5 trucchi per tenere sempre in ordine la casa

Pubblicato il 7 novembre 2013 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

 tenere-sempre-in-ordine-la-casa

Vivo la casa tantissimo: nonostante la vita di ufficio, e dunque tante ore passate fuori casa, riesco a vivere ugualmente le mura domestiche intensamente, come un rifugio, e anche come una fonte di benessere.

Per esempio amo cenare molto presto (alle 19 in punto, o anche dieci minuti prima), in modo da avere almeno tre o quattro ore libere, di sera, da dedicare alla casa e a me stessa. Amo molto anche passare almeno un giorno del weekend interamente a casa, senza uscire, senza fare la spesa, senza nemmeno vestirmi: una tuta e un paio di pantofole, una coda di cavallo, e tanto relax.

Il risvolto negativo di vivere molto la casa? Il disordine. Più si trascorre tempo in casa, più si crea disordine. Allora è meglio adottare qualche semplice ‘trucchetto’ per ridurre la mole di disordine, senza stressarsi, per rientrare a casa la sera e non disperarsi nel trovarla in pessime condizioni.

5 trucchi per tenere sempre in ordine la casa

Intanto un trucco su tutti: imparare ad innalzare la propria soglia di sopportazione. Se come me non siete affatto portate per i lavori domestici (penso ci siano cose più divertenti da fare, nella vita), non disperatevi: si vive bene anche se non è tutto perfetto. Basta avere i bagni e il piano di cottura puliti, e tutto il resto conta poco. Imparerete ad accettare anche qualche cosa fuori posto, senza rovinarvi la giornata.

1) Utilizzare i piumini sui letti

Con il tempo, sostituite lenzuola e coperte con piumini e copripiumini. Potete approfittare del Natale per farvi regalare un piumino con copripiumino colorato. Io uso quelli sintetici di IKEA (sono allergica alle piume d’oca, ma soprattutto sono dispiaciuta per le oche), e non uso più il lenzuolo di sopra. Uso il piumino doppio: grado 1 + grado 4 (indicato per camere con 17-19 gradi), che posso unire a mio piacimento in base alle stagioni.

In questo modo:
– rifare il letto è questione di un minuto, perché basta tirare su il piumino, senza nemmeno rimboccarlo sotto il materasso;
– uso meno lenzuola, e quindi spendo meno: non devo più comprare tante lenzuole, o cambiare i completi letto nel corso degli anni: compro solo le lenzuola di sotto, con gli angoli, quando le trovo in offerta;
– ho più spazio: gli armadi non sono pieni di coperte e lenzuola, ma sgombri di ciò che prima occupava molto spazio.

Tutto sarà più ordinato: al mattino, appena svegli, ancora prima di fiondarsi in bagno, basta scuotere il piumino, stenderlo ed avere la camera già a posto.

Una volta ogni due settimane potete cambiare il copri piumino e il lenzuolo (oppure ogni settimana il lenzuolo di sotto), e asciugarlo in asciugatrice. Dalla mattina alla sera è già pronto.

2) Tenere le scarpe al loro posto

Ad ogni stagione faccio un check delle scarpe: quelle da tenere, quelle da buttare, quelle da tirare fuori o quelle troppo fuori moda, del tipo: riproviamoci l’anno prossimo.

La regola è che non devono esserci scarpe a terra, se non le scarpe del giorno e le ciabatte.

Lo dico subito: sono contraria ad avere un solo paio di scarpe a stagione.
Ormai le scarpe si trovano anche low cost, e avere almeno 4-5 paia di scarpe a stagione per me è fondamentale: per uscire, per camminare, per il lavoro. Io compro ballerine colorate a 10eur al paia, e a fine stagione non ho sensi di colpa se devo buttarle perché usurate, ma almeno non vado in giro con scarpe troppo usurate. Indossare lo stesso paio di scarpe fa anche male: bisognerebbe lasciare sempre riposare le scarpe uno o due giorni, prima di indossarle nuovamente, per evitare la proliferazione di batteri.

Quindi ho due luoghi deputati all’ordine delle scarpe:
– un armadio piccolo, a due ante, messo sul pianerottolo delle scale: qui conservo e ordino le scarpe in base alla stagione, per tutta la famiglia. Per aumentare lo spazio nell’armadio, uso i contenitori da scarpe trasparenti (io li prendo da IKEA, as usual), in modo che le scarpe siano facilmente visibili, ma soprattutto si possano rimettere sempre in ordine, appena si rientra a casa.

– tre cassettoni dell’armadio, in camera, dove ripongo le scarpe non adatte alla stagione, sistemandole bene. Non avrebbe senso tenere le scarpe tutte insieme: creerebbe maggior disordine. Per fare il cambio armadio delle scarpe, basta pochissimo: io di solito in un’ora riesco a fare il cambio, senza frustrazioni (ma bisogna conservare bene le scarpe).

A fine stagione: butto via quelle troppo usurate o rovinate, regalo quelle piccole ma in buone condizioni, pulisco tutte le scarpe con un panno inumidito di acqua e le ripongo nell’armadio a cassettoni, o dentro le loro scatole. E’ importante pulire bene le scarpe prima di riporle nell’armadio: in questo modo si conservano meglio, e sarà più veloce il cambio armadi alla prossima stagione.

3) Usare uno stand appendiabiti

Io non indosso tutti i giorni gli stessi vestiti. Ogni giorno mixo gli indumenti per creare look differenti: molto basici (non ho capi firmati, ma sempre low cost), ma differenti tra loro. Anche in questo caso mi vengono in aiuto i negozi low cost: pantaloni a 19eur e magliette a 15eur mi sono sufficienti per essere sempre in ordine e poter variare il mio look senza rimorsi.

Mi capita dunque di avere due o tre paia di pantaloni fuori dall’armadio, e altrettante magliette e cardigan.

Un tempo buttavo tutto su una sedia (lo so che lo fanno tutti), ma questo disordine mi deprimeva, e i vestiti si sgualcivano sempre molto.

Poi ho investito poche decine di euro in uno stand appendiabiti ed ho riportato l’ordine nella mia stanza da letto. I vestiti usati, ma ancora puliti, non vengono più buttati sulla sedia, ma appesi bene al loro stendino: in questo modo la stanza resta sempre in ordine, e i vestiti restano bene in forma. Quando li ho usati per due o tre giorni non consecutivi, li metto a lavare e tiro fuori altri look da mixare tra loro.

Sullo stendino, nell’appendino apposito, dispongo anche le sciarpe o gli scialli. In questo modo posso completare in fretta il mio look mattutino senza andare ad aprire gli armadi e creare altro disordine. Tutto è a portata di mano, ma ordinato.

4) Usare i divisori nei cassetti

Sempre da IKEA (che ci posso fare?) ho acquistato dei contenitori a scomparto per cassetti, leggeri e capienti, per tenere tutto in ordine anche DENTRO gli armadi. Infatti non penso che l’ordine debba essere solo esteriore, ma anzi debba servirci non a far brillare la casa, ma a renderla più funzionale.

Uso questi contenitori per tenere in ordine la mia bigiotteria, le calze, i fazzoletti, i reggiseni e le sciarpe che non uso al momento. In questo modo mi basta aprire il cassetto per andare a colpo sicuro e trovare tutto ciò che mi serve, senza tirare tutto fuori o scompigliare gli indumenti all’interno dei cassetti, per trovare cosa sto cercando.

5) Digitalizzare i propri archivi

La digitalizzazione per noi è stata davvero importante, e lo sta diventando sempre di più. Abbiamo ancora più di mille libri cartacei, disposti nell’intero corridoio di casa, sulle loro librerie: piano piano li dimezzeremo, per creare nuovi spazi in casa, ma regalarci anche più aria.

Possiamo digitalizzare:
– la libreria, comprando un lettore di ebook e scegliendo libri digitali. Costano meno, non creano disordine, non occupano spazio. In questo modo possiamo acquistare pochi libri di carta, belli, di valore, e ridurre il volume degli altri libri in casa. I vecchi libri dismessi si possono regalare alle scuole o alle biblioteche del proprio paese.

– la musica: invece di comprare il CD classico, utilizziamo un lettore di musica e compriamo musica ‘digitale’. In questo modo risparmiamo soldi, ma anche spazio in casa, e possiamo anche portare con noi la musica che vogliamo, per sentirla in auto, in ufficio o in strada.

– i documenti: cartelle cliniche, bollette vecchie, rubriche telefoniche… tutto l’archivio di carta che abbiamo in casa può essere piano piano scansionato e salvato su un hard disk, per trovare tutto al momento giusto, e per liberare la casa dalle cartacce.

Io non avrò mai una casa perfettamente pulita e ordinata, e non mi interessa averla: voglio una casa dove sentirmi bene, e dove ritrovare le cose che utilizzo e che amo.
Per me ordine = trovare gli oggetti.

Il mio obiettivo è tornare a casa la sera senza sentirmi triste per il disordine che ritrovo aprendo la porta.
Con questi piccolissimi 5 trucchetti vedrete già un notevole cambiamento, se iniziate da subito a metterli in atto.

Li usate già? Ne avete altri?



Commenti

36 Commenti per “5 trucchi per tenere sempre in ordine la casa”
  1. Credo che in Paradiso siano stupiti dal numero di benedizioni che arrivano ogni giorno all’indirizzo del signor Ingvar Kamprad 😀 SANTO SUBITO!!!

    Aggiungerei giusto una regoluccia, al numero 6: rimettere al loro posto gli oggetti, una volta usati. Se facessimo tutti così, a casa nostra regnerebbe un ordine accettabile…… Sob Sigh noi tapini :argh: 😳

    • Meg

      Uh, secondo me questa sarebbe proprio la PRIMISSIMA regola per avere un ordine accettabile in casa: rimettere SUBITO al posto giusto ogni cosa immediatamente dopo averla usata! Almeno si eviterebbe di avere ancora in giro a Natale gli asciugamani del mare e a giugno le giacche a vento invernali (con i miei figli succede sempre!)

  2. Io sono un disastro, altro che tristezza io proprio mi deprimo quando la casa è in disordine, il problema però è che non riesco a riordinarla. Per fortuna che mio marito invece è abbastanza ordinato e mi aiuta moltissimo. Io non so mai dove mettere le cose, non so proprio organizzarmi. Seguiro’ i tuoi preziosi suggerimenti, i tuoi trucchi cominciando dalle scarpe che ho sempre in giro ;(

  3. Meg

    Tutto molto giusto e facilmente applicabile, però ho un dubbio: in caso di contestazioni o problemi, un documento scansionato vale? Non è obbligatorio il cartaceo?

    • Alessia

      anche a me è sorto lo stesso dubbio… li posso buttare o devo comunque tenerli, magari in cantina… 🙂

      • cri

        credo che sia meglio tenere i documenti per i classici 5 o 10 anni in originale (ovunque nel web trovate le liste, anche nel sito della finanza) ed i più vecchi prima di gettarli scansionarli.

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (9 anni)

        Dipende dai documenti. Per esempio le garanzie o i bollettini è meglio tenerli in originale. I documenti della banca no, e anzi: tutte le bollette adesso si possono anche ricevere via email. Basta carta.

  4. cri

    Posso aggiungere il 6 trucco che per me ha dato la svolta decisiva all’ordine di casa mia??
    Spedire mio figlio a Forlì all’università 😆 😆 😆

    Che cambiamenti!!! non ci credereste!

    p.s…..ovviamente scherzo :mrgreen:

  5. W LO STAND APPENDIABITI!!! :mrgreen:
    Io ne ho ricevuto uno in regalo e mai avrei pensato che tornasse così utile. Io lo uso anche per far altri usi:
    1) asciugare bene le camicie stirate prima di riporle nell’armadio (io le ho quasi abolite ma, ahimè, mio marito ne usa comunque almeno una al giorno tutto l’anno )
    2) far appendere le giacche quando arrivano molti ospiti (se sono pochi le faccio allegramente lanciare in un angolo del divano), non mi è mia piaciuta l’abitudine di farle appoggiare sul letto…

    Quello che dovrei fare io invece è essere un po’ più costante col decluttering. Ho approfittato della ristrutturazione della casa per eliminare moltissime inutilità, vorrei non trovarmi più con queste montagne di cose da smaltire!

    Se posso, vi racconto un altro mio personale trucchetto: da DISORDINATA

  6. (MI è PARTITO IL CLIC!!!) E PIGRA mi faccio molta violenza per tenere in ordine… cerco di essere più precisa per quanto riguarda gli “spazi comuni” (cucina salotto ingresso studio camera matrimoniale) mentre nel mio bagno e nella mia craft room lascio un po’ più andare… poi chiudo la porta! 8)

  7. Ecco, io ai libri cartacei non rinuncerò mai. All’ingresso di casa mia c’è una libreria immensa, fatta su misura, piena zeppa di libri (e non è l’unica libreria della casa). L’ho voluta proprio di fronte alla porta d’ ingresso, vuol dire “da qui si va nella casa dei libri”. Occupano tantissimo spazio, è vero, ma credo che ognuno abbia una debolezza, qualcosa a cui non può rinunciare. Io non posso rinunciare alla sensazione della carta sotto le dita e al profumo di un libro nuovo di zecca. Comunque, libri a parte, il mio segreto per tenere la casa (più o meno)in ordine è liberarsi di ciò che non serve più e comprare meno. Meno vestiti, meno scarpe, meno pentole, meno piatti, meno. Così compenso il surplus di libri 🙂

    • Valentina

      La penso esattamente come te. Il libro è di carta. Lo devo toccare e sfogliare e metterci i miei appunti. E rileggerli dopo un pò di anni, magari sorridendo, magari facendo scendere anche una lacrimuccia.
      + libri, sempre!

  8. Partendo dal fondamentale presupposto “low cost forever” (che non si può vivere con l’ansia dell’attento che ti sporchi, attento che ti rompi, attento che ti rovini…e io mi rovino): copripiumini sempre nella vita, divisori per cassetti anche. Ho un serio problema con le scarpe, dovrò rileggermi bene quel punto. La digitalizzazione è ancora troppo per me.
    Il mio metodo per una casa (umanamente) poco disordinata è ormai un mantra: riponi una cosa appena termini di utilizzarla. Se riusciamo a fare questo, il grosso è risolto 😉 !
    Dopo di che, anche io amo trascorrere del tempo in casa, viverla e consumarla, coccolarla in mille modi, ma non sono certo una maniaca delle pulizie. Non si può vivere per pulire, la pulizia serve per vivere bene!!

  9. Valentina

    Una mia amica, una di quelle proprio speciali, un giorno mi ha regalato una bella targhetta, comprata al ritorno dalle sue vacanze in montagna e c’è scritto: “LA MIA CASA E’ABBASTANZA PULITA PER ESSERE SANA.. E ABBASTANZA SPORCA PER ESSERE FELICE”. Regalo azzeccatissimo
    Io e mio marito siamo Ikeisti convinti e fanatici, la nostra casa è al 99% IKEA,(solo la camera matrimoniale non lo è e mi sono pentita tanto davvero) e con il tempo ho creato tanti posticini salvadisordine, ultimo abbiamo montato la lavanderia: due FANTASTICI mobiletti con gli oblò che mi permettono di dividere la biancheria in 4 (rossi, colorati, scuri e bianchi). Sono soddisfazioni. Poi sotto il divano ci trovi il tesoro dei Caraibi ma come detto sopra, non è una casa ORDINATA…. è una casa “FELICE” :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    • “Ikeisti convinti e fanatici” 😀 😀 😀
      Io mobili ikea veri e propri quasi nessuno, mi intristisce sapere di avere la libreria uguale a tizio e il letto uguale a caio… però per tutto il resto:
      WE IKEA
      A noi andare a ikea piace proprio (ci ho scritto anche qualche post), a volte di inverno, quando non sai mai cosa fare, partiamo (non ne abbiamo una vicinissima) anche solo per fare un giro e mangiarci un hot dog!
      Poi io non riesco mai a lasciarci meno di 50€, ma questa è un’altra storia…

  10. a parte l’appendiabiti (ho cane e gatto che si divertirebbero come pazzi a fare Tarzan tra le camicie e i pantaloni) e l’e-book (amo troppo la carta stampata )dico SI a tutto!
    la mia casa è incasinata, colorata e movimentata…e mi va bene così!

  11. Mi piace tutto quello che hai scritto e mi piacciono tutte le risposte che ho letto ma io, che forse a pigrizia batto tutte ;), mi sono riproposta di sistemare casa quando i miei figli avranno circa 10/12 anni (la grande 9 il piccolo quasi 5)!!!!!!!!! Più sistemo più mi ritrovo con giocattoli, libri, vestiti, borse borsette e buste, in ogni dove!!!! Per adesso cerchiamo ognuno di noi di sistemare almeno ‘il grosso’ ma in 4 e una casa di 75 mq. vi assicuro che non è semplice, ma se mi rimane del tempo preferisco passarlo a giocare con i miei figli, cucinare con loro, fare passeggiate e dopo cena il mio amato scrap!!! Sarò egoista, ma a quello non ci rinuncio anche perchè è il tempo che semmai sottraggo al dormire 😯 😯 e al mattino si vede!!
    Buona giornata a tutti!!
    Kisssssssssssssssssssssss

    • Costy

      Non credere che a 10/12 anni la solfa cambi coi figli…anzi!!!! Al limite aumenterà…e siccome in prigrizia son come te, ho una figlia di 16 anni e mi sa che rimando ancora di qualche anno! Ahahahahh!!! 😉

  12. Sissi

    Grazie Mammafelice!!! Grazie per i tuoi saggi consigli e la tua allegria!! Fanno sempre bene! Io ho l’animo d’artista (disordinata in parole comuni ….) e tenere ordine è una grande fatica!! Ma ce la farò!!! Sicuramente il disordine nasce dall’avere troppo… di tutto. Ai tempi delle nostre nonne non esisteva!!! Quindi meno cose, più organizzazione, più tempo e serenità!!! Questo è il mio progetto per il futuro!!!

  13. Qui servirebbe un miracolo! Ma visto che stiamo cambiando casa e qui è tutto nuovo, possiamo provarci (partire da zero è più facile, vero??? ditemi di si 🙁 ).
    Cià … stampo e appiccico al frigo?

  14. A me servirebbe un calendario con gia le indicazioni di pulizia ho tre figlie. Una casaenorme Sto veramente sclerando chi mi aiuta

  15. Mamma marta

    Voglio condividere alcune idee meravigliose per la casa dove vivono i bambini. Ordine e bambini sono due cose opposte, ma a qualche mamma queste idee saranno molto utili – http://come-bambini.it/fai-da-te-per-bambini/60-top-idee-per-tenere-in-ordine-la-cameretta-dei-bambini-foto.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.