Uncinetto facile: la maglia bassa

Pubblicato il 11 aprile 2013 da

Da oggi si entra davvero nel vivo del lavoro all’uncinetto. Anche se abbiamo visto che già con la sola catenella è possibile creare delle cosine belle e utili, per riuscire a costruire dei lavori più strutturati bisogna conoscere i punti di base, e la base di tutti i punti è la maglia bassa.

E’ una lavorazione semplice che si presta alla realizzazione di tantissimi lavori, ad esempio è la base dei famosissimi amigurumi, per realizzarli si usa solo ed esclusivamente questo punto, le uniche conoscenze aggiuntive che servono per farli sono quelle per aumenti e diminuzioni.

Con la maglia bassa si può realizzare ogni tipo di oggetto, dalle maglie e giacche, fino alle coperte sia per neonati che per il letto matrimoniale, non ci sono limiti e anche solo cambiando i colori il risultato è delizioso. E’ un punto piuttosto compatto che cresce velocemente per l’estrema semplicità di lavorazione, infatti è molto più complesso spiegarlo che farlo, oggi parleremo della maglia bassa lavorata in righe di andata e ritorno, quindi in modo lineare.

Prima di tutto bisogna lavorare una catenella con lunghezza a piacere, per fare le prove vanno benissimo una quindicina di catenelle.

Fatte le catenelle di base bisogna puntare l’uncinetto nella terz’ultima, questo perchè l’ultima e la penunltima catenella saltate formeranno il primo punto di maglia bassa del giro.

Per cominciare i giri successivi bisogna sempre lavorare una catenella prima di cominciare, per lo stesso motivo.

Dopo aver infilato l’uncinetto nella catenella bisogna far passare il filo corrispondente al gomitolo sopra all’uncinetto e “catturarlo” con l’uncino vero e proprio, in modo che non scivoli via.

Fermato il filo sull’uncino si deve tirare indietro l’uncinetto fino ad uscire dall’asola, ottenenendo due anelli di filo sull’asta.

Questa è la prima parte del punto e ci avviamo a lavorare la seconda parte che chiude la maglia bassa.

La seconda parte del punto comincia di nuovo mettendo il filo sull’uncinetto e fermandolo sotto all’uncino.

E ancora, come abbiamo fatto nella prima parte, si tira indietro l’uncinetto per farlo uscire dall’asola, ,a questa volta per chiudere il punto si tira fuori da entrambe le asole che ha sopra e non solo da una.

Il risultato è la prima vera maglia bassa e sull’uncinetto c’è una sola asola.

Per continuare si fa lo stesso identico procedimento puntando in tutte le catenelle successive fino a terminare.

Per il secondo giro ed i giri successivi, quelli che si basano su un giro già fatto di maglia bassa e non sulla catenella, voglio fare alcune precisazioni che vi faciliteranno la comprensione evitando errori.

La prima cosa da fare per cominciare ogni giro successivo al primo è lavorare una catenella all’inizio, come avevo accennato prima questa catenella sostituirà la prima maglia bassa di questo giro.

Poi bisogna puntare l’uncinetto ma non c’è più la catenella che è in realtà una semplice asola, ci sono già i punti di maglia bassa che di asole ne hanno due.

Per non sbagliare bisogna ricordare di puntare l’uncinetto sotto ad entrambe le asole del punto sottostante, come si vede nella foto qui sotto.

Puntando luncinetto in una sola delle due asole il risultato non sarà una maglia bassa ma una variante, per ora non spiego altro, queste varianti le vedremo in seguito dopo che avrete imparato bene a fare la maglia bassa classica.

Dopo aver puntato l’uncinetto in entrambe le asole del punto sosttostante bisogna ripetere esattamente quello che abbiamo visto prima e che vi ricapitolo brevemente:

1. puntare l’uncinetto nella maglia sottostante

2. filo sull’uncinetto

3. tirare fuori l’uncinetto dall’asola (restano due asole sopra)

4. filo sull’uncinetto

5. tirare fuori l’uncinetto da entrambe le asole (resta una sola asola)

Lo so che adesso sembra molto macchinoso spiegato così ma vi assicuro che basterà un pochino (poco) di esercizio facendo “mente locale” per imparare a farlo in modo automatico senza più pensare ad ogni passaggio, velocizzando tantissimo.

Per esercitarmi io odio fare solo dei campioni che poi non servono a niente, così quando dovevo imparare a fare i punti di base e i rettangoli dritti (ci sono buone probabilità che all’inizio vi verranno più simili a trapezi…) ho creato il mio primo progetto all’uncinetto, un segnalibro a cinghia che ricorda molto le cinghie per portare i libri a scuola che si usavano negli anni ’80 quando ero ragazza.

Se anche voi voletev esercitarvi ma contemporaneamente creare qualcosa di utile, ideale per fare dei regalini a chi ama i libri, trovate la mia idea qui.

Voglio aggiungervi anche una nota sui nomi e abbreviazioni della maglia bassa in inglese UK e in inglese USA, se per caso vi venisse voglia di provare a seguire uno schema in inglese dovete ricordare che in UK la maglia bassa si chiama DOUBLE CROCHET o in qualche caso anche SLIP STITCH, mentre in inglese USA la maglia bassa è detta SINGLE CROCHET.

La catenella invece si chiama sempre CHAIN STITCH.

Buon lavoro!



Commenti

6 Commenti per “Uncinetto facile: la maglia bassa”
  1. tiziana

    non riesco più a fare niente eppure una volta ci riuscivo :argh:

  2. stefania campagnuolo

    Sì ma come si chiude?? Grazie stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.