Pulcino di Pasqua con le bottiglie di plastica

Pubblicato il 26 marzo 2013 da

pulcino di plastica

Quando ho aperto il blog l’ho fatto per scherzo, non sapevo cosa fosse un link ma ho detto “ci provo, intanto domani lo chiudo”.

Il nome è inventato, quello da me scelto era già di proprietà di qualche altra persona per cui su due piedi ho messo Is davanti a Laura pensando “intanto domani lo cambio”.

Sono passati quasi due anni e tanto è cambiato sia nella mia vita che nel  blog. Anche il modo di lavorare è cambiato, prima scrivevo note su Facebook che copiavo-incollavo per farne degli articoli. Poi piano piano sono andata avanti, ho adattato i miei ritmi al blog, il blog si è adattato a me, ma non finirò mai di imparare. La soddisfazione più grande è avere ancora il mio piccolo spazio aperto a distanza di due anni, insomma mi ero data poche speranze di sopravvivenza e spacciata fin da subito e invece vago ancora nella blogosfera.

Questo per dire che per mantenere in vita il sito ho avuto bisogno di lavorare intensamente anche se poi i risultati sono stati diversi da quelli attesi, per quanto mi sforzi a volte le ispirazioni non mi vengono per nulla oppure basta un attimo per far si che ciò che immagino si concretizzi.

Quello che leggerete in questo articolo è frutto di una folgorante ispirazione mattutina. Da sola a casa e con delle bottiglie di plastica ho pensato di lanciarmi nella creazione degli animaletti, quello più in linea con il periodo pasquale oltre all’amato coniglietto è il pulcino e io ho optato per la rappresentazione del secondo.

I coniglietti li avevo già riprodotti lo scorso anno utilizzando i calzini dei bambini piccoli, quest’anno a Pasqua avremo avuto dei piccoli pulcini a farci compagnia.

Ora non guardate il pelo nell’uovo, abbiate pietà e comprensione, io ci provo ma non sempre ci riesco.

Nella speranza di perfezionare la tecnica ho tentato di farne diversi, e qui vi faccio vedere i miei primi due nati, il pulcino stanco con gli occhi a paillettes tagliati a mezz’asta e quello un po’ più in forma cresta alta e petto in fuori, miracolosamente in posizione eretta.

Ora vi faccio vedere che cosa serve per la loro realizzazione.

occorrente per fare il pulcino

Occorrente:

  • 2 strisce ricavate tagliando in senso longitudinale una bottiglia di plastica. Si ottengono in questo modo: dopo aver eliminato il fondo si tagliano 2 strisce alte 1 cm lungo tutta l’altezza della bottiglia. Una sarà lunga come tutta la bottiglia e l’altra leggermente più stretta e corta. Da queste si ricaveranno due sfere, rispettivamente corpo e testa.
  • 1 triangolo di plastica di altezza 0,5 cm e larghezza 0,5 cm. Servirà per il becco, verrà piegato lungo l’ipotetica altezza.
  • 1 striscia di plastica  lunga 1,5 cm. e alta 1 cm. Diventerà la cresta, deve essere tagliata formando delle punte e passata sulla fiamma.
  • filo metallico 0,8 mm.
  • 2 paillettes nere
  • colla a caldo
  • forbici
  • tronchesino e pinza tonda.

Il tronchesino non lo vedete in foto, ma è opportuno il suo utilizzo, non fate come me che non trovandolo ho tagliato il filo metallico con le forbici.

Vediamo come si fa.

collage striscia di plastica

Con una delle due strisce di plastica fare un nodo semplice, prendere il capo opposto e infilarlo dentro il nodo. Proseguire infilando da una parte e dall’altra cercando di dare una forma sferica al tutto. Al termine tenendo ben salda la pallina passare il fuoco tutt’attorno. La plastica reagisce al calore restringendosi e fondendo consente a quella che poco prima era un ammasso di plastica rigida di diventare un gomitolo di plastica smussato.

Eseguire gli stessi passaggi anche con l’altra striscia di plastica.

collage animaletto di plastica

Con l’aiuto delle del tronchesino tagliare il filo metallico e alle due estremità creare le zampine palmate abbozzando 3 arti arrotondati.

Infilarlo tra una fessura sotto la pancia del pulcino se non ci fosse bisogna procedere in maniera differente, cioè forare con un ago caldo lungo la pancia della bestiola, tagliare il filo metallico infilarlo e infine creare le zampe.

A questo punto in rapida sequenza si possono incollare le altre parti.

Scaldare la colla a caldo e dapprima incollare la testa al corpo, il becco al centro e la crestina.

Per gli occhi ho scelto di rappresentarli con delle paillettes, la scelta è stata accurata, gli occhi sono fondamentali per cui ho passato al vaglio decine di ipotesi, questa a mio parere è la migliore che potessi trovare. Grandi, forati al centro e personalizzabili.

Il pulcino è fatto.

pulcino di plastica

Ecco il compagnetto di quello che si trova nella foto in alto. Cosa ve ne pare?

Allargherò la famiglia di pulcini tanto da occupare la mensola in soggiorno.. .oddio non è che chi vive con me ne sia contentissimo, per adesso ci sono pareri discordanti e si trovano assurde similitudini con altri animali.

Se per alcuni la cresta è di un drago, per altri sembran pinguini per altri ancora animali fantastici mai esistiti. A voi l’ardua sentenza.

Buona Pasqua a tutti!

 



Commenti

4 Commenti per “Pulcino di Pasqua con le bottiglie di plastica”
  1. Questo pulcino-draghetto è delizioso!

  2. E’ bellissimo!!
    Complimenti davvero, il compagnetto poi è davvero espressivo e ha una bellissima crestina 🙂
    Un lavoretto un pò piromane ma con interessanti spunti didattici sulla reazione dei materiali al calore.
    Buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.