Mamma Felice

Una casa a misura di bambino

Pubblicato il 1 ottobre 2012 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

casa a misura di bambino

Per accogliere un bambino nella propria vita, occorre anche adottare alcuni accorgimenti per accoglierlo nella propria casa: la sicurezza degli ambienti domestici è fondamentale, e non va sottovalutata. Ancora troppi incidenti domestici si verificano a danno dei bambini, mentre si può evitare questo pericolo con semplici accorgimenti, e senza spendere troppo.

La stanza del neonato deve essere aerata, luminosa, e mai troppo calda: ricordare che queste precauzioni servono moltissimo anche per prevenire la SIDS, la sindrome della morte in culla. Per lo stesso motivo, la culla del bambino deve essere sgombra, senza giochi o peluche, e il bambino deve dormire a pancia in su senza essere troppo coperto. Nella stanza dei bambini non bisogna mai fumare, né in loro presenza!

Appena il bambino inizia a gattonare bisogna prestare molta attenzione alla sicurezza della casa, per permettergli di muoversi liberamente senza farsi male. Non serve avere una casa grande, ma l’importante è sgombrarla da oggetti pericolosi, appuntiti e fragili: riponete le chincaglierie nei ripiani più alti, fissate mobili e televisori alla parete con i tasselli e spostate gli oggetti che potrebbero rompersi.

In cucina bisogna prestare attenzione a cucinare sempre nei fuochi più lontani, tenendo le pentole calde fuori dalla portata dei bambini. Mai lasciare in giro accendini, fiammiferi o buste di plastica. I prodotti per la pulizia della casa devono sempre essere messi in armadietti chiusi a chiave o comunque fuori dalla portata dei bambini, stessa cosa per i medicinali. Vietatissimo travasare prodotti detergenti in altri contenitori: il bambino potrebbe portare le bottiglie alle labbra credendo si tratti di acqua o altri liquidi commestibili. Se potete, coprite con i paraspigoli i tavolini o mobili bassi, se troppo appuntiti.

Attenzione a cavi e prese elettriche: tutte queste attrezzature devono essere sempre coperte con copri presa, posizionate in sicurezza e soprattutto messe in sicurezza con impianti elettrici a norma (e dunque anche salvavita).

Le librerie devono essere sempre fissate a mura e non avere oggetti in bilico che potrebberò cadere addosso ai bambini.

In caso di scale interne, mettette sempre dei cancelletti per evitare che i bambini troppi piccoli le utilizzino da soli, o chiudete bene le porte. Attenzione alle chiavi, però: fate in modo che i bambini non si chiudano dentro casa o dentro il bagno, senza poterli raggiungere facilmente.

Si tratta dunque di norme di buon senso. A volte richiedono anche di rivedere leggermente l’organizzazione domestica e la disposizione degli ambienti, ma per la sicurezza di un bambino tutti noi genitori siamo pronti a sacrificare un po’ di chincaglieria in cambio di tanta funzionalità.

Approfondimenti:
Come organizzare la cameretta del neonato;
La cameretta montessoriana;
Giocattoli sicuri;
Cos’è e come si previene la SIDS.



Commenti

4 Commenti per “Una casa a misura di bambino”
  1. quando mio figlio era piccolo abbiamo anche tolto tutte le chiavi dalle porte di casa per paura che si chiudesse dentro da solo senza poi saper uscire. Oppure che per gioco chiudesse dentro noi!

    buon lunedì 🙂

  2. jacopo

    Sono un papà, e mi sembra che l’articolo che avete scritto centri le preoccupazione di molti genitori..

    Mi occupo di sicurezza sul lavoro ed ho visto una bellissima applicazione gratuita CASA SICURA per I-phone che pone alcune domande che aiutano a migliorare la sicurezza nelle proprie abitazioni.. fatta l’applicazione si viene invitati sul sito http://www.ceper.it dove è possibile scaricare dei capitoli di un libricino “famiglia sicura” che fa riflettere su come mettere in sicurezza alcuni ambienti e attrezzature della casa!

    Spero sia utile anche a voi!!!

  3. sara

    è incredibile come i bimbi siano attratti dai pericoli. ho 3 figli sotto i 4 anni a parte una più “tranquilla” c’è la piccola che ama il rischio e le cose vietate, mentre il maschio cade continuamente e soprattutto sbatte la testa…ogni volta torna l’incubo pronto soccorso. Ho già eliminato gli angoli vivi e chiuso cassetti ma non basta..l’unica cosa è dotarsi di sangue freddo e di un kit di pronto soccorso:

    immancabile ghiaccio in frigo, arnica (ho trovato una marca -Arnidol- che addirittura la fa in stick) , cerotti, acqua ossigenata, cicatrene…

    è questa forse la parte più temeraria di essere mamma (per me che non posso vedere il sangue)
    😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.