Libro delle Vacanze: P come Popcorn

Pubblicato il 30 agosto 2012 da • Ultima revisione: 27 luglio 2015

pop-corn-colorati

Ma come ci divertiamo a fare pasticci? Io adoro sporcarmi le mani. Mi piace andare al supermercato con qualche macchia di colore sui pantaloni o qualche brillantino sulla faccia, solo per poter dire, con un tono anche sostenuto: eh, sa, è il mio lavoro. Quanto mi piace vedere la faccia della gente che pensa che io sia una folle che finge di lavorare e poi sta tutto il giorno a giocare con i brillantini. Mi fa ridere.

Stavolta, poi, ho davvero osato: ho usato le mie tempere glitter della Crayola, e ci ho colorato dei popcorn (che ovviamente NON si mangiano!!), da usare per realizzare dei collage colorati. Inizialmente l’idea era quella di utilizzare i colori alimentari, ma macchiano così tanto che ho sempre paura ad utilizzarli, soprattutto con Dafne.

Ero in ufficio, mi sono voltata, ho visto le tempere glitter e ho pensato… Vivere creativamente? (Let’s party! Mi sembravo George Clooney nella pubblicità del ‘nomartininoparty‘ LOL). Massì, al massimo butto tutto e non lo saprà nessuno.

E invece no! I popcorn sono bellissimi, con colori stupendi e questi brillantini meravigliosi che sono rimasti tutti attaccati, e fanno un effetto davvero bello. Ma quanto ci piacciono!

popcorn colorati

Poi mettiamoci che le tempere sono perfettamente lavabili. Così ci si può sporcare senza paura. E io la sera sono pure uscita a cena: è bastata una lavata a mani e braccia in ufficio, per tornare come nuove.

Tutto, come sempre, è semplicissimo.

pop-corn-colorati

Procuratevi dei sacchetti per alimenti e dei pop corn un po’ vecchiotti (per esempio un residuo di festa, come nel mio caso 😉 ), e dividete i popcorn nei sacchetti, inserendo in ciascuno una abbondante goccia di colore a tempera di vari colori.

Chiudete i sacchetti con lo scotch. Ma bene, eh. Altrimenti, va bene che le tempere sono lavabili, ma non potete usarle come bagnoschiuma per lavarvi dalla testa ai piedi. 😉

pop-corn-colorati

Ora la parte divertente, quasi terapeutica: scuotete i sacchetti, mescolate i popcorn, sbattete tutto, saltate, agitate le braccia… insomma: mentre mescolate il colore ai popcorn, immaginate di sfogarvi con qualcuno che vi sta proprio antipatico. Olè.

Quando avete finito, e i popcorn sono ben colorati, fateli asciugare leggermente prima di utilizzarli.

pop-corn-colorati

Infine, utilizzateli per realizzare decorazioni, quadri e collage, con i disegni che più vi piacciono. Basta attaccarli con la colla vinilica (che poi dopo un giorno diventa trasparente, quindi i segni spariscono) e lasciare asciugare. Quante cose possiamo inventare!



Commenti

7 Commenti per “Libro delle Vacanze: P come Popcorn”
  1. Io ho sempre colorato il riso cosi ma devo provare con i popcorn

  2. cavoli che ideonisssssima!!!!! :mrgreen: Acc…però tenere d’occhio una mezza dozzina di bimbi con meno di sei anni per far sì che non si mangino i pop corn glitterati porebbe essere un problema….se no l’avrei proposto all’ultima lezione al campo estivo…

  3. io ho colorato il sale … pop corn a me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.