Mamma Felice

Quando nasce un bambino cambia la vita di coppia?

Pubblicato il 20 agosto 2012 da • Ultima revisione: 6 settembre 2014

Cambia la vita di coppia con un neonato?

La nascita di un figlio porta sempre dei grossi cambiamenti nel rapporto di coppia.
Diventare mamma è la cosa più naturale del mondo, ma non sempre è lo stesso per il papà.

Di fondamentale importanza è coinvolgere il partner sin dai primi mesi della gravidanza: evitare che non si senta escluso è un buon primo passo nella direzione giusta.

La gelosia che si viene a creare nella coppia verso il neonato, è un sentimento molto complesso che cela frustrazioni e paure nascoste. Si può manifestare in vari modi, oppure può rimanere nascosta: i cambiamenti – specialmente così grandi – fanno paura e possono scatenare nei neo genitori nuove insicurezze.

E’ importante che la mamma non dimentiche di essere anche moglie e donna. E’ dunque un bene per lei se riesce a ritagliarsi piccole pause dall’accudimento del nuovo arrivato per dedicarsi a sé stessa; ed è altrettanto importante cercare dei momenti da dividere solo con il partner. Si potrebbe iniziare programmando una cena o un aperitivo: purché da soli, come coppia.

Specialmente i primi mesi, quando il neonato ha molto bisogno di cure, ascolto e attenzioni, si può avere l’impressione di non poter fare più niente, senza il piccolo. In realtà è un’impressione ragionevole ma errata, anche facilitata dall’affaticamento del momento.

Non dimenticate mai l’importanza di delegare un po’, ogni tanto. Chiedere aiuto a chi vi sta attorno vi permette di mantenere un vostro equilibrio, di essere più presenti quando dovete occuparvi del piccolo ma anche di non dimenticarvi di voi e del vostro rapporto di coppia.

Un altro fattore da non trascurare, che influisce soprattutto nei primi mesi della nascita del bambino sono i cambiamenti di abitudine, in particolare la mancanza di sonno. E’ naturale anche un calo del desiderio, soprattutto per la neo mamma è, a volte, una condizione fisiologica, purché resti transitoria e non scateni nei mesi successivi altre complicazioni nel rapporto con il partner.

Non abbiate mai timore di parlare di disagi o difficoltà di coppia, sia con il vostro partner, quanto eventualmente con il ginecologo o il vostro medico di fiducia, se avete l’impressione di avere problemi fisici o psicologici, dovuti all’arrivo di vostro figlio e da tutto quello che ne è poi conseguito.

Approfondimenti:
Quando posso riprendere i rapporti dopo il parto?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.