Mamma Felice

La corretta Alimentazione dei Bambini

Pubblicato il 21 giugno 2012 da • Ultima revisione: 20 aprile 2015

coop-alimentazione-bambini

Ci sono luoghi di cui mi fido, e persone, e aziende. Ci sono luoghi che ho imparato a conoscere solo da quando abito a Bologna, come la Coop. Un po’ grazie alla localizzazione geografica. Ma soprattutto per la fiducia in sé, per i prodotti, per il risparmio. Per l’ambiente.

Di Coop ho amato subito la Linea Vivi Verde, che mi ha introdotta nel mondo della sostenibilità quando ancora non ne avevo compreso l’importanza.

Ho amato la linea Crescendo, che era stata disegnata da Nicoletta Costa, illustratrice per cui ho una venerazione inimmaginabile.
E recentemente la linea Club 4-10, con le brioscine e i prodotti dei Looney Tunes a basso contenuto di zuccheri e di grassi: per concedermi una piccola pausa dal materno senso di colpa, quando a mia figlia lascio mangiare le merendine confezionate invece di preparare le torte in casa (che non preparo mai).

club-4-10-coop

Quello che ho imparato di Coop, insomma, è la grandezza di un mondo che tocca ogni fascia di età: dai piccolissimi (io ho usato anche il latte artificiale Coop), agli adulti (per esempio con la linea FiorFiore).

Per noi la Coop è diventata anche un gioco, insomma, perché si trova vicino a casa, in un centro commerciale piccolo ma bellissimo, in cui spesso io e Dafne ‘fuggiamo’ dalla noia pomeridiana dell’ufficio, per fare merenda insieme sedute per terra, o guardare i ballerini di strada che si esercitano con l’hip hop, o andare sulle giostrine.

Adesso ho scoperto che la Coop mi può insegnare anche a mangiare. E questo, si sa, è un mio grosso problema.
Un problema, l’alimentazione, che è stato il filo conduttore di tutta la mia vita, e che mi sono ripromessa di affrontare con una altissima soglia di attenzione nei confronti di mia figlia: voglio spiegarle perché mamma ha sofferto, perché mamma è cicciona, perché è così faticoso uscire da una malattia alimentare quando ci cadi in giovane età. E che puoi uscirne, naturalmente. Ma che i segni esteriori a volte restano a lungo, e che per certe cose è meglio fidarsi, quando mamma ti dice: non farlo anche tu.

Posso essere credibile come modello educativo, nei confronti di mia figlia?
Posso essere credibile quando insegno a lei una cosa che non ho saputo fare per me stessa?

Con Coop sto imparando anche a spiegare tutto questo, e a informarmi, e a capire i modi giusti, le parole giuste, le informazioni giuste.

Coop infatti ha realizzato un portale bellissimo che parla tutto di Alimentazione dei Bambini: http://alimentazionebambini.e-coop.it/
Sul portale dell’Alimentazione per Bambini, Coop affronta lo spinoso tema dell’educazione alimentare dell’infanzia, e lo fa sotto la supervisione di un Comitato scientifico formato dagli esperti delle più importanti società scientifiche attive sul fronte dell’obesità: la società europea ECOG (European Childhood Obesity Group) e la SIO (Società Italiana dell’Obesità). A cui si aggiunge la collaborazione di esperti in alimentazione infantile: pediatri, esperti in scienza dell’alimentazione e dietisti.

Proprio in questa ottica Coop ha sviluppato la linea Club 4-10, composta da circa 1500 prodotti a marchio specificatamente studiati per la dieta dei bambini dai 4 ai 10 anni di vita, ovvero appartenenti alla fascia di età attualmente più a rischio di obesità infantile.

Sul sito si trovano nozioni fondamentali sul regime alimentare più adatto ai bambini, anche in base alla loro fascia di età: svezzamento, età scolare, crescita, sviluppo…
A partire ovviamente dalla piramide alimentare.

coop-piramide-alimentare

La Piramide Alimentare ci dà un’indicazione visiva su come andrebbero distribuiti gli alimenti durante la giornata:

Nel piano inferiore, che costituisce le fondamenta della piramide, è rappresentato il gruppo della frutta e verdura, molto ricchi di acqua, fibra, vitamine A e C, sali minerali e antiossidanti. Per stare bene ne dovremmo consumare almeno 5 porzioni al giorno.

Subito dopo troviamo un altro vasto settore dove sono rappresentati i cereali come pane, pasta, riso e patate che sono alimenti ricchi di carboidrati complessi, ma anche di proteine e fibra. Dovremmo consumare 4-6 porzioni al giorno da questo gruppo. Per condire e cuocere gli alimenti dovremmo usare sempre oli vegetali, in special modo l’olio di oliva extravergine e, a crudo, l’olio di mais e girasole. Sono necessarie 3 porzioni al giorno per assicurarsi un buon apporto di calorie, acidi grassi essenziali e vitamina E. Infine, ogni giorno, non dovrebbero mancare 2 porzioni di latte o yogurt, possibilmente semi-scremati, che forniscono tanto calcio e pochi grassi.

La parte centrale della piramide presenta quegli alimenti che dovremmo assumere nell’arco di una settimana e cioè gli alimenti più ricchi di proteine. Carne, pesce, legumi, formaggi, uova e insaccati sono tutti ricchi di proteine. Nell’arco di una settimana noi e i bambini dovremmo assumere tre porzioni di carne, tre di pesce, tre di legumi e tre di formaggi, mentre uova e insaccati, per la loro ricchezza in grassi saturi e colesterolo, dovrebbero entrambi essere limitati a una volta per settimana.

In prossimità dell’apice scopriamo gli alimenti che dovremmo consumare occasionalmente e con moderazione: si tratta di dolci, snack salati come le patatine in busta e le bevande zuccherate analcoliche.

Si tratta di un concetto che tutti noi pensiamo di conoscere in modo approfondito, ma poi… lo seguiamo? Ce ne ricordiamo?

Un percorso che sarà interessante fare in casa, e che per me personalmente sarà interessante fare con Dafne, per insegnarle ad avere una vita lunga e felice. E sana.



Commenti

4 Commenti per “La corretta Alimentazione dei Bambini”
  1. Grazie per avermi fatto scoprire questo sito! Conosco le linee Coop per bambini e l’anno scorso ho anche comprato (a 1 euro) il gioco da tavolo “Imparo a mangiare”.
    Ho combattuto per 5 anni con una grave inappetenza di mio figlio: ora va meglio ma accetta solo pochi piatti, sempre gli stessi… Ci vuole infinita pazienza e creatività. Per cui ora vado subito a leggere questo articolo sulla “monotonia alimentare”, che mi sembra una definizione molto azzeccata!
    http://alimentazionebambini.e-coop.it/alimentazione-corretta/alimentazione-corretta-4-10-anni/il-bambino-non-mangia-come-superare-la-monotonia-alimentare/

  2. angela

    Non conosco i prodotti Coop, qui in zona non ce ne sono, ma trovo il sito molto interessante. Noi abbiamo il problema contrario all’inappetenza, soprattutto per il mio adolescente, che deve mangiare poco perché tende molto ad ingrassare. Con la piramide alimentare ci siamo quasi, ci tradisce un po’ la parte centrale, ok la carne tre volte alla settimana, una volta l’uovo, il pesce a tre volte non arriviamo, ma due volte si ed invece il problema sono i legumi che durante la stagione fredda un paio d volte alla settimana riesco a propinarli, ma ora con il caldo, è dura molto dura!!! 😉

  3. quando vado a ferrara non esco mai dalla coop senza i loro prodotti! la vorrei troppo una coop vicino a casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.