Mamma Felice

Come scegliere l’asilo nido o la scuola materna giusta?

Pubblicato il 18 giugno 2012 da • Ultima revisione: 6 settembre 2014

Come scegliere l'asilo o la materna giusta?

Scegliere l’asilo nido o la scuola materna per i nostri bambini è un passaggio molto importante e difficile al tempo stesso perché vincola la famiglia per almeno un anno.

Nulla è definitivo o tassativo, ovviamente, però come sappiamo per i bambini, specialmente se piccoli, è fondamentale poter seguire ritmi e routine anche rispetto ai luoghi che frequentano abitualmente.

Per prima cosa bisogna scegliere se optare per una scuola pubblica o privata, tenendo conto della vicinanza a casa o al lavoro e dei costi.

In qualunque caso è molto importante visionare le strutture nella zona in cui abitate, in modo da acquisire consapevolezza su ciò che può offrire il territorio e su quali eventuali opzioni concrete potete fare delle valutazioni.

Le struttuore devono rispettare rigorosi standard di igiene (potreste informarvi, ad esempio, se le pulizie vengono fatte da personale ausiliario e per quante ore) e dovrebbero anche essere ordinate, luminose, ampie, magari con disegni colorati alle pareti, con un giardino o cortile – dove possibile.

Se le insegnanti sono di ruolo avrete la certezza che potranno seguire i bambini almeno per un intero anno, in ogni caso è bene incontrare le educatrici in modo da poter capire assieme a loro come verrà accolto il vostro piccolo, che programma è previsto, quali idee hanno sull’educazione, il gioco e i vari momenti della giornata passata a scuola.

Un altro elemento da considerare è la mensa, può essere interna oppure può essere gestire da una cooperativa o una società esterna che fornisce i pasti. Naturalmente ogni realtà è diversa, un buon consiglio è provare a parlarne con altri genitori che conoscono la struttura per capire come si sono trovati i loro figli, se ci sono stati problemi rispetto all’alimentazione, la qualità, e il servizio.

Come accennato all’inizio, uno degli elementi da considerare è il costo, ricordate però che non sempre un costo contenuto è sinonimo di trascuratezza o scarso valore. Valutare ogni singola struttura con attenzione e senza preconcetti in modo da poter avere una visione d’insieme su ogni potenziale opportunità per i bambini.

Un’altra attività consigliata è fare una visita ai locali della struttura. In questo modo i genitori possono capire com’è composta la scuola, gli usi delle stanze, quali materiali, giochi e spazi sono già a disposizione dei bambini. In molte strutture è previsto un periodo – di solito verso maggio-giugno – dove si organizzano giornate “open day” che danno la possibilità ai genitori e ai bambini di vedere la scuola e ricevere maggiori informazioni.

Approfondimenti
Quando torno al lavoro a chi affido il mio bambino?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.