Menu di Primavera

Pubblicato il 26 marzo 2012 da • Ultima revisione: 14 novembre 2017

menu-primavera-crudismo

A Primavera si cambia stile di vita. A me viene sempre una gran voglia di buttare tutto ciò che c’è in casa (e in questo weekend passato ho fatto stragi) e anche cambiare la disposizione delle stanze. Ma soprattutto cambiare alimentazione (e finalmente dimagrire? aehm…).

Va be’, a parte questi piccoli particolari, da ieri ho una grande voglia di rinnovamento. Io adoro la Primavera, che mi fa rinascere letteralmente. Con il sol io mi sento felice, e con la luce, i fiori, il verde…

Ieri ho fatto una gran pulizia in cucina, e ho messo via tutte le cose ‘invernali’: pasta, sughi, legumi, zuppe secche. Al loro posto soltanto frutta e yogurt, e qualche salume. Da oggi non si cucina più, almeno durante la settimana! Il piattone di pasta, al massimo, si cucina la domenica. E bon.
Inutile dire che questo è anche un gran vantaggio e un gran risparmio: si spende meno tempo, e si spendono meno soldi.

La nostra idea è copiare gli anglosassoni: ma quando mai gli inglesi la sera si siedono intorno al tavolo per cenare con piatti completi? Mangiano frutta, yogurt, cereali, un toast… proprio come dice quel detto: colazione da re, pranzo da principe, cena da povero. Lo adoro! E’ proprio quello che abbiamo in mente di fare!

La colazione sarà a base di latte (e caffè), brioches, fette biscottate con la marmellata (ho comprato una marmellata bio al mandarino che è la fine del mondo!), frutta, e a volte anche prosciutto e pane tostato.

A pranzo siamo tutti coccolati dalla mensa: Dafne mangia primo, secondo e contorno e poi la frutta o la merenda al pomeriggio. Noi a mensa prendiamo un primo poco calorico (ma sostanzioso), un contorno di verdure e un formaggio.

Ecco invece come gestiremo le cene!
Prima di tutto: non apparecchieremo più. Per mangiare meno, io so che noi non dobbiamo proprio sederci a tavola. Altrimenti ci lasciamo andare. Quindi cena veloce e frugale, per risparmiare tanto tempo che possiamo impiegare per leggere un libro tutti insieme, o guardare la TV o giocare a qualche gioco da tavolo.

La mia spesa di questa settimana è così composta:
– yogurt da 500gr per una cena veloce a base di cereali e frutta;
– piadina e salumi misti confezionati: scelgo gli affettati nelle confezioni piccoline, così la fame di proteine è presto assicurata per la piccola di casa;
– frutta fresca a volontà, da comprare anche ogni giorno: fragole, datteri, arance, mango e ananas sono nel carrello della settimana;
– ceci bio in scatola: da trasformare in hummus e da mangiare sgranocchiando le carote crude;
– formaggio tipo pecorino o parmigiano, da mangiare a pezzetti con i crackers;
– birra o vino: perché un bicchiere di vino o di birra non si nega mai a nessuno, e restituisce il piacere della tavola, quando te ne privi.

Adoro questa vita. Mi entusiasma.
Per molti non è semplice perché la maggior parte delle famiglie è abituata a cenare bene, magari perché la cena è l’unico vero momento di ritrovo di tutta la famiglia. Per noi è diverso: noi stiamo sempre insieme, e abbiamo la fortuna di avere tanto tempo da passare con Dafne, e quindi la cena può diventare accessoria.
Inoltre io sono in sovrappeso, e quindi la Primavera mi aiuta a buttare giù qualche chilo, se seguo questo regime dietetico improntato alla frugalità, pur non privandomi di nulla.

E poi, per noi, c’è il vantaggio di non dedicare tempo alla cucina: in un momento in cui abbiamo davvero tanti (troppi) impegni lavorativi, per me è un sollievo non dover più pensare alla cena. Ho passato tutto l’inverno a guardare mele e pere con tristezza, e adesso che sono tornate le fragole e la frutta buona, io voglio mangiare crudo, vivo e colorato!!

Mi sento carica. Questo è il periodo migliore dell’anno per cambiare stile di vita.
E io sono pronta!



Commenti

25 Commenti per “Menu di Primavera”
  1. in effetti questa cosa a casa dai miei verrebbe vista malissimo…visto che è proprio un momento di ritrovamento serale….
    pero’ è solo una questione mentale a mio avviso!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      sì è solo una questione mentale, secondo me, anche perchè la convivialità non si perde. solo che invece di stare attorno al tavolo, si sta insieme chiacchierando, o giocando, o sorseggiando un bicchiere di vino.

      • bietolina

        Io personalmente non vedo l’ora di cenare fuori… in giardino… bivaccando piu’ che cenando! Poi io odio spignattare….pulire la cucina ecc porta via troppo tempo e anche se ne ho mi rompe lostesso! 😛

  2. Ecco, per noi sarebbe un’eresia.
    Però tu che puoi fai benissimo!
    Noi mangiamo meno a pranzo invece…ma non ha un gran senso.. 🙁

  3. Da oggi sei ufficialmente la mia guru. 😀
    Io sono da sola con la mia nanetta bionda…e quindi l’idea della cena alternativa mi piace un sacco!
    Certo che…già non stiro, in casa faccio il minimo indispensabile…se non cucino nemmeno più (e sarebbe il classico “pensiero in meno”) non è che mi ritirano il patentino da mamma? 😀 😀

  4. Annalisa

    se faccio una proposta di questo tipo mio marito mi prende un biglietto aereo per l’inghilterra. Sono d’accordo per la frutta e la verdura di stagione, a km0 anche se a volte il risparmio è solo di carburante, ma sono fotrunata nella bassa ci sono prodotti buoni coltivati con il . E poi ci sono aziende interessanti da visitare, così unisco l’utile al dilettevole, visto che hanno animali da cortile e i cavalli.

  5. cri

    per me la primavera, sotto il profilo alimentare, è cominciata a gennaio. mangiando normalmente tutte le notti facevo una gran fatica a dormire bene, ho cominciato a fare colazioni sostanziose (caffè, fette biscottate, marmellata, burro di soia e spremute), pasti completi con tanta verdura, bistecche di seitan o burgher vari di legumi, un frutto o uno yogurt a pomeriggio e la sera un bicchiere di latte di soia con 3 biscotti. problema insonnia sparito completamente, sono dimagrita 16 chili, ho cominciato a fare pilates, pattinaggio, zumba, jogging…insomma con tanto peso in meno mi sento più attiva e in forma!e adesso finalmente il sole!!!!!! 😀

  6. Dici bene… dovremmo farlo anche io e Mr T… i bambini in questo periodo cenano sempre dalla nonna, perciò se noi risparmiamo tempo sulla nostra cena, ne avremo di più per stare insieme ai bambini 😉

  7. Anche io quando arrivo la primavera rinasco e mi viene voglia di grandi pulizie e di uno stile di vita diverso. Ho voglia di stare più all’aperto e di riempire il balcone di fiori. Però, stranamente, mi viene anche una gran voglia di carboidrati … Tanta pasta e riso con tutte quelle buone verdure che si affacciano in questo periodo … Oggi, per esempio, riso con asparagi (di bosco …)

  8. A casa nostra a primavera scatta il “misto”. Che è più o meno quello che hai scritto tu.
    Metto in tavola i carboidrati sotto forma di piadine, grissini e a volte focaccia (io che posso faccio tutto in casa), uno o due tipi di verdura (perché io vado matta per i pomodorini, e non li faccio mancare praticamente mai). E poi vado anche io di formaggi e affettati (noi compriamo i pezzi grossi e affettiamo in casa, con i nostri numeri conviene assolutamente). In questi giorni va alla grande la bresaola. E poi frutta per tutti. A volte mi lancio in qualche torta salata, mousse di tonno, uova strapazzate. Cose che si cucinano velocemente. Ciascuno compone il suo piatto secondo i gusti (quando c’è il salame taglio una fetta per uno, massimo due, perché altrimenti mangerebbero tutti solo quello…). Magari non tutti mangiano la verdura tutte le sere, ma la media settimanale di solito è equilibrata.
    Con le piccole amiamo anche i pisellini, così, freschi, da mangiare con le mani (ma non dirlo a nessuno…)


  9. immagine livello
    Primina

    Anche per me la primavera significa cambiamento e ultimamente ne ho avuti tanti. Ma non potrei mai fare così, per noi la cena è il momento in cui stiamo insieme, chiacchieriamo e poi visto che mangiamo ad orari diversi a pranzo, che per via del tempo, il pasto è sempre frugale e devo e voglio dedicarmi a cucinare un po’ per la cena, anche se non facciamo un pasto completo, o solo un primo con contorno o un secondo con contorno. I ragazzi sono in via di sviluppo e non si saziano mai!

  10. La Chiara

    Io invece alla cena classica non riuscirei mai a rinunciare… sarà perchè l’ufficio è lontano da casa e pranzo lì con roba portata da casa e riscaldata al microonde: a cena invece mangio cose appena uscite dalla padella e anche un’insalata ha tutto un altro sapore se non è stata per quattro ore dentro ad un contenitore ermetico di plastica… è una soddisfazione!
    Poi penso che il mio compagno non si adatterebbe mai: mangia come due uomini anche se è magro da far venire il nervoso!!

    • Paola

      Haa….come ti capisco!!!! (beata te che hai il micro in ufficio!)
      Noi a cena stiamo su un secondo (i figli mangiano primo e secondo a pranzo a scuola e il marito dalla mamma), frutta e a volte un dolcetto leggero.
      Attenzione però alle cene frugali perchè se non si è molto bravi e controllati si rischia di incamerare più calorie di quel che si pensa, mi aveva messa in guardia la mia dietologa quando feci la dieta post gravidanze.
      Ciao a tutti e un grazie a Mammafelice per le sue infinite idee.
      Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.