Prevenzione contro l’Escherichia Coli

Pubblicato il 6 giugno 2011 da

prevenzione e sicurezza contro escherichia coli

In questi giorni sono preoccupata per l’allarmismo intorno alle infezioni da Escherichia Coli di cui parlano i giornali. Sì, sono preoccupata per l’allarmismo, non per il batterio!

L’Escherichia Coli è un batterio fecale, e risiede normalmente anche nel nostro intestino: ci è infatti NECESSARIO per la corretta digestione del cibo. E’ un batterio con cui conviviamo ogni giorno, per tutta la vita, e non deve farci cambiare abitudini alimentari, perchè bastano delle semplici regole IGIENICHE per non ammalarsi. E sono regole che dovremmo avere SEMPRE, indipendentemente dall’E.Coli.

E allora che succede? In alcuni casi, l’E.coli può mutare e portare a una tossinfezione alimentare, la dissenteria da E. coli, la quale viene contratta principalmente da alimenti contaminati. La contaminazione può avvenire da carni infette non adeguatamente cotte (un motivo in più per cambiare abitudini e diventare più sostenibili…), da latte non pastorizzato e formaggi derivati (un motivo in più per cui ritengo inutile il consumo di latte crudo), e da altri alimenti contaminati da feci, per esempio ortaggi irrigati con acqua contaminata dalle feci del bestiame.

E’ dunque SBAGLIATO smettere di mangiare frutta e verdura: è dannosissimo per il nostro corpo, non porta nessun beneficio, ed è una scelta non supportata da nessuna rilevanza scientifica. Basta solo un po’ di igiene!!

Ecco come possiamo comportarci per una corretta prevenzione:

– Consumate regolarmente la frutta e la verdura ben lavate:
Utilizzate frutta e verdura non scadenti, integre e di provenienza italiana (puntate alla sostenibilità, è anche un comportamente molto ecologico). Lavate molto bene la verdura da consumare cruda, lasciandola in ammollo in acqua e bicarbonato (l’amuchina non serve: il bicarbonato non vi fa male, ha un’azione di perfetta disinfezione dei cibi e va bene anche per le donne in gravidanza e i bambini). Consumate la frutta sbucciandola bene, togliendo almeno un paio di millimetri di buccia: questo è molto utile anche per eliminare qualsiasi traccia di pesticidi con cui la frutta potrebbe eventualmente essere stata trattata. In caso di frutta di provenienza ‘terrosa’, come per esempio il melone, sciacquate bene sotto l’acqua la frutta da sbucciare, tagliatela e sciacquate singolarmente le fette, per eliminare ogni traccia di terra.
Consumate tranquillamente frutta e verdura surgelate o cotte: il trattamento termico distrugge l’Escherichia Coli.

– Cuocete bene la carne ed evitate le carni crude:
Soprattutto in estate, evitate di consumare carni crude, che possono provocare parecchie infezioni, come ad esempio la salmonellosi o altri problemi intestinali.
Cuocete bene la carne, soprattutto gli hamburger… o consumatene meno: potrebbe essere una buona ‘scusa’ per virare al vegetarianesimo! 😉

– Non consumate latte crudo:
Il latte e i formaggi provenienti da latte crudo non pastorizzato possono portare danni gravi: il latte crudo VA SEMPRE BOLLITO, non solo per evitare l’E. coli, ma per evitare tanti altri problemi legati al tratto gastro-intestinale. Il latte pastorizzato è sempre sicuro.

– Lavatevi le mani:
Insegnate ai bambini a lavarsi bene le mani prima e dopo mangiato, e lavatevi accuratamente le mani prima e dopo aver cucinato, soprattutto se manipolate la carne: usate taglieri e coltelli separati per preparare e cucinare la carne o il pesce, o per pulire le verdure.

– Tenete pulito il frigorifero:
Fate un’accurata pulizia del frigorifero e conservate al meglio gli alimenti: usate contenitori a chiusura ermetica, impostate la refrigerazione alla giusta temperatura e non consumate alimenti deteriorati che sono rimasti troppo a lungo fuori dal frigo. Sbrinate il frigorifero regolarmente.

Per concludere…
Il mio parere personale (non sono un medico, non ho autorità in materia e il mio parere è il mio parere) è che bastino delle semplici precauzioni per non avere problemi. Smettere di consumare frutta e verdura è sbagliato. Se non vi sentite sicuri nel consumarle crude, consumatele cotte: frutta e verdure cotte non danno problemi. In cucina, l’igiene risolve la maggior parte dei problemi. E anche il modo in cui riempiamo il carrello: per essere sicuri e sostenibili, scegliete alimenti sicuri, di qualità, locali o italiani, e biologici. Adottare un comportamento sostenibile non fa bene solo all’ecologia, ma anche alla salute.



Commenti

33 Commenti per “Prevenzione contro l’Escherichia Coli”
  1. angela

    Conedivido in pieno con te questo articolo…penso che come in tutte le cose ci vuole un pò di buon senso e l’igiene che non deve mancare mai…

  2. Io non credo più agli allarmismi lanciati dai mass media.
    Hanno toccato il fondo quando hanno fatto vaccinare milioni di persone per nulla(vedi h1n1).
    Quando c’era il problema dell’aviaria io ero l’unica al supermercato a comperare pollo. Ero sicura che più ccontrollato di allora non poteva essere. Credo che ogni giorno mangiamo cose peggiori dell’escherichia coli,solo che non ce ne accorgiamo perchè i danni non sono immediati.

  3. Brava Mammafelice. Noi infatti non abbiamo smesso di consumare frutta e verdura… stiamo semplicemente attenti come al solito alla pulizia e all’igiene!!

  4. Barbara, sei libera di cancellare il link e anche il commento se eventualmente non potevo pubblicarlo.
    L’ho letto solo ora. Come volevasi dimostrare:
    http://crisis.blogosfere.it/2011/06/batterio-killer-miracolo-ce-il-vaccino.html

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      eh, ma guarda, infatti ieri sera quando ho visto che cominciava ad esserci il vaccino ‘miracoloso’, mi è salito un nervoso che mi son messa a scrivere il post per stamattina. Io sono FAVOREVOLISSIMA ai vaccini obbligatori, ma ritengo che questi vaccini stagionali si possano del tutto evitare. MIO parere personale, eh! Però mica vogliamo fare come l’aviaria e l’altra influenza ‘killer’, che sono stati spesi miliardi di euro per vaccini mai utilizzati che hanno arricchito le tasche dei soliti noti?!

  5. grazie del post illuminante! 🙂 mi piace la tua tendenza plateale a convertire la gente al vegetarianesimo, ma mi piace ancor di più quando t’incazzi (e fai bene!!) per le assurdità dei vaccini bufala… Baci

  6. Grazie!!!
    Un post davvero utile!!!
    A presto
    Elisa

  7. Evviva, finalmente MF è di nuovo visibile 😀
    Mi piace molto leggere i tuoi post, sei sempre così diretta e sincera! E penso che tu abbia ragione. Basta con gli allarmismi, basta vaccini facoltativi inutili e forse anche dannosi. A me la carne piace e continuerò a mangiarla, eh eh. Però continuerò a mangiare frutta e verdura senza dubbio!

  8. Grazie, buono a sapersi. Domani compro il bicarbonato! 😉

  9. grazie mammafelice, devo ammettere che non sopporto i giornali e i giornalisti, perchè esagerano sempre. Esagerano sulla nostra pelle. Accidenti. Non ho smesso di mangiare le mie verdure, crude o cotte che siano, con le attenzioni di sempre, considerato che ho due bimbe piccole. Però basta così. Detesto gli allarmismi… 🙂

  10. che poi gli allarmismi creano psicosi, la psicosi porta a un crollo dei consumi, che vabbè posso capire per la carne di pollo, ma in questo caso che fai? non compri carne verdura frutta latte formaggi germogli di soia, magari uova e mettiamoci dentro pure dentro i tuberi che non si sa mai… e poi, di cosa ti nutri??? di tè verde????

  11. Io c’ho il marito in paranoia che mi ha intimato di non dare da mangiare verdure crude ai bimbi, e il Vikingo vivrebbe di pomodori, carote, peperoni, insalata, tutto rigorosamente crudo! Che rabbia! Ora provo a fargli leggere questo post. Grazie MF!

  12. Grazie per questo post mammafelice. Anche io come te sento puzza di campagna per farci consumare più cibi precotti e confezionati. Ogni anno viene fuori qualche terribile disgrazia a cui viene data massima rilevanza dai mass media. Vi ricordate 2 anni fa con la “febbre messicana”? Titoloni sui giornali per le vittime ricoverate in ospedale, neanche una riga però, quando uscivano dagli ospedali sane e salve.
    Ti lascio, vado a comprare 5 kg di frutta e verdura (il bicarbonato ce l’ho già)!

  13. irene

    🙄 che poi io nn ho capito, ma questo batterio si puo’ trovare nella buccia o anche dentro gli ortaggi e gli alimenti???cioè se uno sbuccia e lava bene il “fuori” dell’ortaggio, è al sicuro?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Nono, si trova solo nella terra contaminata da escrementi animali infetti. Non appartiene a frutta e verdura o alimenti, ma è solo una contaminazione che avviene a causa della contaminazione dei terreni dove vengono coltivati, che potrebbero essere stati concimati o irrigati con materiali infettati da escrementi di animali.

  14. mimmi

    salve non ho mai commentato nessun articolo!!! questa e’ la mia prima volta..sono una mamma abbastanza scrupolosa x quanto riguarda l’igiene soprattutto in cucina e condivido in pieno le sue riflessioni in merito al caso…cmq volevo ringraziarla per le notevoli info e i molti aggiornmenti, notizie quant’altro che pubblica tempestivamente…la ammiro moltissimo.
    Volevo solo dire che questi allarmismi sono davvero inutili ogni gg i media ci assillano quando invece se conduciamo una vita abbastanza attenta e accurata nell’igiene (come ha gia’ lei ribadito) pernso che nel 99% dei casi non bisogna neanche preoccuparsi!!!

  15. BisMammaDeaf

    Condivido pienamente quello che hai detto! Lavo sempre con il bicarbonato da quando sono rimasta incinta e da lì non ho mai smesso…. Volevo chiederti solo una cosa che mi è venuto in dubbio, per quanto riquarda il latte, io lo compro x miei figli, sempre il latte intero da agricoltura biologica, lo faccio scaldare un pò da micronde, sbaglio? Forse è meglio farlo bollire?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Ciau! Anche io uso il latte biologico (parzialmente scremato) e non lo faccio bollire. Anzi, lo bevo persino freddo, in questa stagione. L’importante, a mio parere, è che sia pastorizzato e non crudo. Se è pastorizzato, puoi berlo senza farlo bollire. E’ una gran sicurezza…

  16. Max

    Voglio esprimere tutto il mio incoraggiamento a perseverare nel loro lavoro preziosissimo e duro a quegli allevatori che hanno deciso, malgrado la campagna di discredito di cui puntualmente sono fatti oggetto da parte delle grosse Multinazionali, di darci finalmente un prodotto genuino e libero da processi industriali di sterilizzazione. Le persone devono capire che il latte dei cartoni che troviamo nei supermercati, oltre ad essere acqua colorata e priva di nutrienti, è importata in gran parte dall’estero. In questi paesi, le condizioni igieniche sono assolutamente carenti e gli animali sono sottoposti a stress produttivi che pregiudicano la salubrità del latte. Per questo le Multinazionali si servono di loro… tanto poi il latte lo “ripuliscono” con i trattamenti termici… che servono però solo a LORO per facilitarne il trasporto e impedirne la deperibilità, mica a NOI, che ce lo beviamo! Voglio porvi una domanda… queste aziende di allevamento estere… chi le controlla ?
    Da noi i nostri allevatori ci mettono la faccia e sono sottoposti a controlli capillari da parte delle Autorità Sanitarie Locali, ma le Multinazionali ? Chi ci garantisce circa la salubrità dei loro prodotti ? I prezzi troppo bassi con cui mettono in ginocchio i nostri allevatori nel comprare il latte, forti della loro posizione contrattuale enorme, quasi illimitata… non vi dicono nulla sui metodi e le reali finalità delle Multinazionali ? Vi sembra normale il prezzo di un cartone di pseudo-latte a lunga conservazione a 50 centesimi il litro ? Considerate che il prezzo del latte alla stalla viene pagato ad un allevatore, in Italia, ad un prezzo di poco inferiore… e stiamo parlando del latte migliore… Riflettiamo su ciò che ci propinano e agiamo di conseguenza… ne va anche della nostra economia! Cerchiamo di fare i NOSTRI interessi e non i LORO !

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      A parte che i commenti di questo tenore non sono in target con mammafelice e il proselitismo politico non mi interessa… il latte biologico pastorizzato che acquisto, 100% italiano, costa 1.39eur al litro. Grazie, prego e arrivederci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.