Scaldacollo a maglia

Pubblicato il 31 gennaio 2011 da • Ultima revisione: 15 ottobre 2012

scaldacollo-lana

Il mio meraviglioso scaldacollo è finito: beh, è pronto già da un po’, ma nel frattempo è vittima della mia influenza, e anche dei miei ripetuti tentativi di realizzare uno scaldacollo gemello per Dafne. Tentativi andati a vuoto, per ora.

Lo so: è uno scaldacollo semplicissimo e persino banale. Si tratta di 70 maglie montate su ferri circolari misura 8, con una bella lana grigia morbida e spessa. E’ stato abbastanza facile, anche se ho dovuto smontarlo 3 volte, per vari motivi di incapacità e soprattutto per inesperienza.

I ferri circolari si sono rivelati facilissimi da usare, con tutte queste maglie, ma impossibili per lo scaldacollo di Dafne: non sono proprio riuscita ad usarli con 35 maglie! Evidentemente ci sono ancora molti misteri della maglia che non ho compreso, perchè con così poche maglie non riuscivo a lavorare: il lavoro non scorreva.

scaldacollo-lana

Dunque ho pensato alle bacchette da sushi: erano gli unici ‘ferri’ un po’ larghi che potevo recuperare in casa. Ma dopo una sera di lavoro mi sono resa conto di aver messo troppe poche maglie e soprattutto di fare una gran fatica, e dunque via, si disfa di nuovo tutto. Ho infine provato con i ferri numero 3, ma accidenti, non andavano proprio bene! Per una lana così morbida e così spessa, servono proprio i ferri numero 8.

E allora, in attesa che finisca la tormenta e si possa andare in merceria a comprare i ferri giusti, il secondo lavoro a maglia è lì in un angolo che attende di essere disfato di nuovo, e realizzato. E sarà bellissimo, perchè lo decorerò con un fiorellino fatto con un piccolo tubolare realizzato col tricotin.

scaldacollo-lana

Nel frattempo amo il mio scaldacollo a punto dritto. Di una banalità sconcertante. Ma così morbido e caldo che mi fa venir voglia di imparare ancora, e scoprire davvero qualche segreto in più, per riuscire, magari, a realizzare un golf per me, anche solo da tenere in casa. Ma che soddisfazione, sarebbe!

Penso in grande, vero? ;)



Commenti

51 Commenti per “Scaldacollo a maglia”
  1. Sara scrive:

    Ma… bravissima!Per essere inesperta, come dici tu, mi sembra che hai una mano molto regolare! Dai, mi hai dato uno sprone in più per buttarmi e realizzare il mio mega progetto di una gilet a maglia rasata, pensa un po’. Il fatto è che devo ancora imparare a fare bene il rovescio, mi ingarbuglio quando lo faccio :roll:
    Buona giornata, un bacione

    • Mamma Felice scrive:

      Io non lo ricordo più, il rovescio! Devo guardare qualche video su youtube… Comunque in effetti non ho perso un punto, è incredibile: da bambina i miei lavori erano piedi di buchi :D

      • Silbietta scrive:

        Ba, io da bambina facevo certe groviere!! :lol:

        Bello bello assai, nella sua semplicità (ma chi l’ha detto che le cose belle devono essere per forza complicate??).
        E poi quel punto di grigio è proprio bello! :heart:

  2. fiocco72 scrive:

    Anche a me piace molto il tuo lavoro, brava Ba, mi fai venire voglia di provare, io sono proprio negata con la maglia… :D

  3. or scrive:

    Buongiorno Barbara,
    che bello il tuo scaldacollo. Io oggi indosso per la prima volta il mio maglione-coperta (doveva essere un’elegante maglione-sciarpa, è una simpatica coperta country, assolutamente inadatta all’ufficio dove sono adesso): ma mi sono divertita, è stato creativo e sono di nuovo all’opera. Si, I’m proud of it. Grazie per tutti i buongiorno che ci regali.

  4. Marge scrive:

    Anche io sto imparando a fare la maglia e sto partendo da un semplicissimo collo con lana blu molto grossa e ferri numero 10. Però non sono circolari…nel senso, sono i ferri normali! Faccio un rettangolo e poi lo cucio, mi sembra più semplice; la mia lana è talmente grossa ed i ferri pure che ho montato una trentina di maglie per me me, e va bene così, tanto poi lo allungo quanto voglio; faccio un giro dritto e uno rovescio, mi pare sia la maglia rasata. Però vado lentissima, chissà quando sarà pronto ;)

  5. Ida scrive:

    banalità sconcertante? ma barbara, le cose semplice alla fine, secondo me, sono le piú belle!!!! Il colore che hai scelto é fantastico: molto sobrio, ma proprio per questo anche molto elegante e la maglia dritta, ok, sarà pure una maglia tra le piú semplici, ma sii fiera di quello che hai raggiunto. Io a casa ho degli esempi di maghe della maglia, mia nonna, che ora non c’è piú, ma della quale conservo maglioni e gilè, sciarpe e ogni genere di lavori a maglia degni dei negozi piú raffinati e mia mamma, altrattanto brava…e io…non sono capace nemmeno di iniziare un lavoro….questo scaldacollo é fantastico, io me lo metterei subito anche solo per uscire fuori sul balcone a respirare un pó di aria fresca…bravissima sei proprio tenace…..

  6. E’ davvero carino, mi dispiace per l’influenza e io nel frattempo ho comprato i ferri circolari in attesa di scoprire come si usano mi entusiasma il tuo risultato buone giornate colorate ..

  7. Amalia scrive:

    Brava Barbara!
    Io invece i ferri circolari non li so usare, sono sicura che imparerai anche a fare un maglione, vedrai!
    Io invece sono alle prese con uno scaldamani, ho sempre le mani intirizzite dal freddo…brrr!
    Ciao bella!

  8. BarbaraSpeedy scrive:

    Ohhhh! Finalmente vediamo il risultato: Mammafelice 1-0 vs scaldacollo ribelle!! :mrgreen:

  9. vio-yersinia scrive:

    ciao barbarina, per lavorare poche maglie c’è una tecnica precisa, ma spesso la scorrevolezza credo dipenda dalla qualità dei ferri
    su Yard of yarn ci sono molti video che mostrano come usare i ferri circolari, non so se già conoscevi questo sito tutto italiano
    http://www.yardsofyarn.it/

  10. Valeria scrive:

    per usarli con meno maglie….devi imparare il magicloop…a quel punto si possono lavorare in tondo anche pochissime maglie….
    in pratica, basta montare le maglie, dividerle a meta…e sfilare il cavo a meta…lavorando quindi con un ansa di cavo fuori…. ci sono molti video su youtube…

    • Mamma Felice scrive:

      Grazie Valeria! In effetti ci ho provato, ma non riuscivo a muovere bene i ferri, e il lavoro era difficile… non scorrevano bene i ferri perchè le maglie erano poche. Cosa avrò sbagliato?

  11. ciullina scrive:

    Complimenti: è davvero bello! Io e la maglia non andiamo molto d’accordo, l’unica cosa che so fare sono i centrini all’uncinetto (schemi semplici)……..e non mi riescono neanche bene. Buon lunedì e speriamo che passi presto :D

  12. unideanellemani scrive:

    Ok esame superato brillantemente. :perte:
    Per il prossimo passo, se è un golfino, studiati bene come fare gli scavi…
    Ma se non ti viene bene lo scaldacollo per Dafne, perchè non le fai una sciarpa con le trecce? Sono facili! E’ la prima cosa che ho imparato a fare dopo la maglia dritta. ;)

  13. Lisa scrive:

    Bravissima! E’ semplice ma molto bello!!

  14. Beta scrive:

    Adoro le cose semplici! :heart: … e adoro gli scaldacollo!!! Veloci, versatili e caldini… si fanno in velocità e sono una gran soddisfazione!!! :mrgreen:

  15. Eli-betta scrive:

    Mi sembra bello e ben fetto.Io nel finesettimana ho prodotto un poncho baby molto molto semplice se vuoi andare a vederlo è sul blog.Evviva la MAGLIATERAPIA

  16. aspirantemamma scrive:

    brava MF che ti cimenti sempre in cose nuove!!! Proprio brava

  17. Ele scrive:

    Bello!!!Io non ho un’idea di come si usano i ferri circolari…per ora so fare solo copertine e sciarpe…

    • Mamma Felice scrive:

      Il mio prossimo progetto saranno il poncho per me e la coperta per Dafne. Ora resta il dilemma: dove compro la lana senza dover fare un mutuo?

      • Ele scrive:

        Effettivamente se uno fa due conti tra il costo della lana e il tempo per fare converrebbe comprare già fatto…ma vuoi mettere la soddisfazione di farlo con le proprie mani?!?

      • Piccolalory scrive:

        Al mercato, ma anche in merceria, hanno in offerta, tipo 1,50 Euro al gomitolo, i pacchi di lana di fine serie… basta che ti fai consigliare sulle quantità per non rimanere a secco a metà lavoro :-)

  18. Alchemilla scrive:

    Brava!

    ps. Hai visto la mia mail di settimana scorsa?

  19. Piccolalory scrive:

    “amo il mio scaldacollo a punto dritto. Di una banalità sconcertante. Ma così morbido e caldo che mi fa venir voglia di imparare ancora, e scoprire davvero qualche segreto in più, per riuscire, magari, a realizzare un golf per me, anche solo da tenere in casa. Ma che soddisfazione, sarebbe!”
    Come ti capisco, potrei averlo scritto io! Ah, ma, volente o nolente, il golf arriverà, anche da solo, sai? Sì, farai come me: inizierai una semplicissima sciarpa per il marito, dopo un gomitolo ti accorgerai di aver usato una lana indiscutibilmente femminile… e… beh, qui la sciarpa è diventata un soprabito per Letizia :-D…

    • Piccolalory scrive:

      P.S. Lo scaldacollo è bellissimo!!! E sai una cosa? ieri mi sono messa a leggere una rivista di maglia… giuro che due settimane fa non capivo assolutamente nulla e ora… mi sembrava tutto chiaro! Beh, almeno la teoria :-P!

  20. Alessia scrive:

    Bravissima, tra l’altro io adoro il grigio in tutte le sue declicanzioni e pure la lana morbida ;)
    Ma l’uncinetto l’hai imparato vero? :mrgreen:

    • Mamma Felice scrive:

      No, ancora no, uffa… Ma non puoi fare un videocorso online? Sono disposta a pagare!!

      • Alessia scrive:

        Ma hai provato piano piano con le foto?
        L’importante è seguirle passo passo e non innervosirsi MAI (lo so che è più facile a dirsi che a farsi!).
        Magari riuscissi a fare un video corso per negati non ho tempo ed in più ho delle brutte mani, mi vergogno (mi mangio le unghie) :oops:

        P.S. ma tempo fa non avevi messo il plugin per ricevere le risposte ai commenti in email??? Adesso non c’è più ed è così comodo…

  21. ale scrive:

    ciao, :oops: posso permettermi di darti una dritta? fà caso alla tua mano quando lavori: se tendi a tenere i punti troppo stretto scegli ferri di metallo, se invece li lasci morbidi puoi provare con quelli di legno che fanno scorrere meno il filo. io avevo la mano troppo stretta e avevo dei ferri in legno che mi hanno fatto impazzire!!! comunque grazie, mi hai dato una bella dritta per eliminare le sciarpe dall’armadio dei mocciosi (ne ho tre e decine di sciarpe sempre in giro… :argh: )

    • Mamma Felice scrive:

      Grazie Ale! Devo dire che questa cosa la ricordavo e lascio le maglie strette o larghe a seconda dei ferri. Ma devo assolutamente ampliare la mia collezione di ferri, perchè ne ho solo due heheeee

  22. Bettaknit scrive:

    Carina l’idea delle bacchette per il sushi al posto dei ferri!!! ;)
    Anche i miei ferri hanno familiarità con l’oriente perchè sono in bambù…Ma finora non li avevo mai concepiti in questa duplice veste!!!

    Complimenti per la creazione e l’arte del “vero fai da te”!

  23. Maddalena scrive:

    Bellissimo il tuo scaldacollo. Io ne ho fatto uno, per la prima volta con i ferri circolari e, per un errore iniziale, mi è venuto col nodo di moebius… Per quanto riguarda lo scaldacollo per la piccola, non è possibile farlo con il magic-loop; per pochi punti devi usare i quattro ferri! A presto. Ciao e buon lavoro

Trackbacks

Che cosa dicono gli altri su questo post...
  1. [...]  Scrivi il primo commentoFinalmente ce l’ho fatta, o meglio: lo scaldacollo di Dafne, assai simile al mio, è pronto già da alcune settimane, ma non ho mai avuto il tempo di pubblicarlo. Incredibilmente [...]



Commenti

Scrivi un nuovo commento oppure clicca su 'replica' se vuoi rispondere a un commento precedente.

:D :? :| 8O :roll: :( ;) 8) :lol: :mrgreen: :heart: :oops: :piango: :occhioni: :fiu: :perte: :scus: :oink: :rosa: :fortuna: :cuore: :gift: :ape: :argh: more »