Scaldacollo a maglia

Pubblicato il 31 gennaio 2011 da • Ultima revisione: 15 ottobre 2012

scaldacollo-lana

Il mio meraviglioso scaldacollo è finito: beh, è pronto già da un po’, ma nel frattempo è vittima della mia influenza, e anche dei miei ripetuti tentativi di realizzare uno scaldacollo gemello per Dafne. Tentativi andati a vuoto, per ora.

Lo so: è uno scaldacollo semplicissimo e persino banale. Si tratta di 70 maglie montate su ferri circolari misura 8, con una bella lana grigia morbida e spessa. E’ stato abbastanza facile, anche se ho dovuto smontarlo 3 volte, per vari motivi di incapacità e soprattutto per inesperienza.

I ferri circolari si sono rivelati facilissimi da usare, con tutte queste maglie, ma impossibili per lo scaldacollo di Dafne: non sono proprio riuscita ad usarli con 35 maglie! Evidentemente ci sono ancora molti misteri della maglia che non ho compreso, perchè con così poche maglie non riuscivo a lavorare: il lavoro non scorreva.

scaldacollo-lana

Dunque ho pensato alle bacchette da sushi: erano gli unici ‘ferri’ un po’ larghi che potevo recuperare in casa. Ma dopo una sera di lavoro mi sono resa conto di aver messo troppe poche maglie e soprattutto di fare una gran fatica, e dunque via, si disfa di nuovo tutto. Ho infine provato con i ferri numero 3, ma accidenti, non andavano proprio bene! Per una lana così morbida e così spessa, servono proprio i ferri numero 8.

E allora, in attesa che finisca la tormenta e si possa andare in merceria a comprare i ferri giusti, il secondo lavoro a maglia è lì in un angolo che attende di essere disfato di nuovo, e realizzato. E sarà bellissimo, perchè lo decorerò con un fiorellino fatto con un piccolo tubolare realizzato col tricotin.

scaldacollo-lana

Nel frattempo amo il mio scaldacollo a punto dritto. Di una banalità sconcertante. Ma così morbido e caldo che mi fa venir voglia di imparare ancora, e scoprire davvero qualche segreto in più, per riuscire, magari, a realizzare un golf per me, anche solo da tenere in casa. Ma che soddisfazione, sarebbe!

Penso in grande, vero? ;)



Commenti

51 Commenti per “Scaldacollo a maglia”
  1. ale scrive:

    ciao, :oops: posso permettermi di darti una dritta? fà caso alla tua mano quando lavori: se tendi a tenere i punti troppo stretto scegli ferri di metallo, se invece li lasci morbidi puoi provare con quelli di legno che fanno scorrere meno il filo. io avevo la mano troppo stretta e avevo dei ferri in legno che mi hanno fatto impazzire!!! comunque grazie, mi hai dato una bella dritta per eliminare le sciarpe dall’armadio dei mocciosi (ne ho tre e decine di sciarpe sempre in giro… :argh: )

    • Mamma Felice scrive:

      Grazie Ale! Devo dire che questa cosa la ricordavo e lascio le maglie strette o larghe a seconda dei ferri. Ma devo assolutamente ampliare la mia collezione di ferri, perchè ne ho solo due heheeee

  2. Bettaknit scrive:

    Carina l’idea delle bacchette per il sushi al posto dei ferri!!! ;)
    Anche i miei ferri hanno familiarità con l’oriente perchè sono in bambù…Ma finora non li avevo mai concepiti in questa duplice veste!!!

    Complimenti per la creazione e l’arte del “vero fai da te”!

  3. Maddalena scrive:

    Bellissimo il tuo scaldacollo. Io ne ho fatto uno, per la prima volta con i ferri circolari e, per un errore iniziale, mi è venuto col nodo di moebius… Per quanto riguarda lo scaldacollo per la piccola, non è possibile farlo con il magic-loop; per pochi punti devi usare i quattro ferri! A presto. Ciao e buon lavoro

Commenti

Scrivi un nuovo commento oppure clicca su 'replica' se vuoi rispondere a un commento precedente.

:D :? :| 8O :roll: :( ;) 8) :lol: :mrgreen: :heart: :oops: :piango: :occhioni: :fiu: :perte: :scus: :oink: :rosa: :fortuna: :cuore: :gift: :ape: :argh: more »