Cucito creativo: copritavolo e coprisedia

28 giugno 2010 da

copritavolo e coprisedia

Dafne, la nostra piccola scrittrice, pittrice, disegnatrice e pure writer, ha già consumato centinaia di pennarelli, mangiato decine di pastelli a cera e spuntato milioni di matite.

Ma adesso disegna il sole: disegna tanti soli, uno sull’altro, agitandosi e contorcendosi sul foglio, facendo dei cerchi sempre più grandi e spessi, e poi tirando qua e là delle linee rette, che rappresentano i raggi.
E mi dice:
- Guadda, mamma: ciole! (guarda, mamma, il sole!).

Quanti soli vorremmo per i nostri bambini. Quanti soli io vorrei per lei.
Al di là di tutte le pedagogie del mondo, al di là di quello che ho letto e studiato, al di là di qualsiasi ispirazione, ho finalmente capito cosa voglio lasciare a mia figlia per il suo futuro: un passato felice.
Un’infanzia felice, in pace, con tanti ricordi da ridere e sorridere, con tanti momenti belli a cui aggrapparsi quando si troverà di fronte alle normali difficoltà della vita.

copritavolo e coprisedia

Perchè il futuro lo scrivono i figli, come piace a loro, e anche senza di noi.
Ma il passato lo scriviamo noi per loro. E dobbiamo scriverlo bello!

Ho smesso di preoccuparmi per il muro rovinato dai suoi graffiti con i pastelli a cera: non è altro che un muro. Era un muro bianco che adesso è pieno di colori.

E siccome con le tempere aveva anche colorato, in un mio attimo di distrazione, il suo tavolino e le due sedie, rendendoli impresentabili, ho avuto l’idea di coprirli con della stoffa colorata e lavabile, e ho chiesto a Elsa, mia suocera, di cucirmene due paia.

Elsa che amo come una madre, perchè a un certo punto le madri le scegli, quando diventi grande. Elsa che mi fa ridere e che sopporta le mie telefonate tragiche piene di lacrime, anche se in quel momento stava cenando e aveva da fare.

L’Amore cos’è? L’Amore è un’esperienza felice.
L’Amore sono un copritavolo e due coprisedia cuciti da Elsa con la stoffa dell’Ikea: due semplici quadrati per le sedie, e un rettangolo per il tavolo, annodati sotto con 4 nastrini cuciti a macchina.
L’Amore è la pazienza. L’Amore è la libertà di sentirmi inadeguata e sbagliata, eppure amata lo stesso. L’Amore è sedermi al tavolino con Dafne, guardando quei giganti alberi verdi della stoffa, e disegnare insieme tutti i soli della nostra vita.



Commenti

40 Commenti per “Cucito creativo: copritavolo e coprisedia”
  1. fiocco72 scrive:

    Mi hai commosso Barbara con questo post…e anche io vorrei come te che nonostante i tanti problemi che ho in questo periodo, i miei figli avesserò dei ricordi felici della lora infanzia e della loro adolescenza…e siccome so che non sempre potrò assecondare le loro richieste, spesso mi sento inadeguata…Ti abbraccio forte Ba e complimenti a tua suocera.

  2. Sabry scrive:

    Complimenti, è quello che ho sempre cercato anche io di fare, purtroppo fino ad oggi mio figlio ha solo passato momenti brutti, quello che posso fare e solo cercare, come del resto stiamo facendo con mio marito, di riuscire a soffocare questi momenti con altri gioiosi che sono lontani dalla vita di tutti i giorni. Un saluto a tutte

  3. Fabiana scrive:

    Hai proprio ragione Barbara, la felicità dei figli è la gioia più grande per il cuore di una mamma… e chissenefrega se c’è la farina sparsa in tutta la casa quando hai appena finito di pulire se poi ti senti dire “Mamma hai visto com’è bello il mio biscottino?!?”…
    Un abbraccio e buona giornata
    Fabiana

  4. ..ho riso fra me e me..”ciole” in dialetto barese vuol dire “c…i”!! ma anche questo è divertente..anche questo è amore materno!
    sei grande e sei una grande madre.
    ti abbraccio forte e fai colorare a Dafne tutto i muri che vuole..sono solo muri!
    baci
    roberta

  5. MammaNews scrive:

    Ti abbraccio Barbara cara. Questo post mi ha illuminato la giornata e ha restituito il giusto valore a tutte le cose :cuore:

  6. angela ercolano scrive:

    che bello il passato felice :heart: anche il mio non è granchè e in effetti quello che vorrei lasciare di me ai miei figli e un buon ricordo
    p.s. ottima idea come sempre

  7. aspirantemamma scrive:

    uffa non è giusto mi hai fatto piangere in ufficio :piango: :piango:
    e hai ragione, uh quanta ne hai…io non cazzio più Annuccia quando in preda al raptus creativo si colora la faccia e i vestiti con i pennarelli (però ho comprato quelli super lavabili :mrgreen: )

  8. Lisa scrive:

    Che bel post Barbara, e come è vero. Io ho lo stesso tavolino e sedie, anche loro indecenti, ma ho detto che quello era solo loro e potevano disegnarci sopra quanto volevano. Questo post mi fa però pensare che devo smetterla di guardare con invidia il tavolo uguale della mia amica il cui figlio non si sogna di colorare fuori da foglio. Ecco, se i miei figli coloreranno fuori dal foglio tutta la loro vita sarò contenta.(però la tovaglia con i nastrini la faccio anche io, grazie per l’idea, così la possono usare ogni tanto per mangiare :heart: )

  9. Angelina scrive:

    Il tuo post mi ha commosso, non solo a parole, sono qui con una lacrimuccia che scende, e mi sono ritrovata in ogni tua parola. ” Il futuro lo scrivono i figli, come piace a loro, e anche senza di noi.
    Ma il passato lo scriviamo noi per loro. E dobbiamo scriverlo bello! ” Queste tue parole sono piene di verità… che a volte nella quotidianità può sfuggire a una mamma come me. Grazie per il tuo bel post.
    Angelina

  10. biancifiore scrive:

    … lacrimuccia! non vale!
    un abbraccio

  11. Elisa scrive:

    Ba mi stai facendo piangere , ma mi hai fatto anche tornare in mente un bel ricordo del passato , quando i miei mi permisero di farmi il mio tavolino x pitturare con due prismi di cemento e un pianetto di truciolare , sotto il portichetto … che bei momenti :D :D

  12. Francesca scrive:

    … nelle tue parole tantissima tenerezza!
    Un abbraccio
    Francesca

  13. kosenrufu mama scrive:

    si legge il desiderio profondo di una madre che ama la propria bambina, l’amore spinge le persone ad essere migliori, tu sei una splendida persona, barbara, e la tua piccolina adorabile! fortunatissima ad avere un muro tutto bianco su cui disegnare!!! mi hai ricordato ethan a cui piaceva disegnare soli, ma neri, con tantissimi raggi. Il sole nero magari non sembra un bel messaggio, ma per lui era un sole, splendente più che mai!
    un abbraccio

    • Mamma Felice scrive:

      Anche Dafne ha un debole per il nero. Credo che in qualche modo voglia proprio mettere ‘nero su bianco’, dire a se stessa e a noi che lei c’è, che è una persona, che sa di essere viva.
      E’ un miracolo, questa bambina. Un miracolo pensare a quando stavo a letto con la paura di perderla, ai suoi occhi aperti la prima volta che ci siamo viste, il suo odore quando ci stringiamo…
      Certe volte mi sento sopraffatta da tutto questo Amore e ho paura di non riuscire a gestirlo. La paura di darne poco, poco come ne ho avuto io, forse mi porta a darne troppo. Ammesso che si possa dare ‘troppo’ Amore. Non so. Sono giorni di una strana malinconia. Difendo questo guscio di felicità come le leonesse, come ti dicevo tempo fa…

  14. ed eccomi di nuovo a leggere nei tuoi post i miei pensieri ( e non ci crederai ma stesso tavolino e stessa cucina in legno)..
    Ogni bimba ha una scatola delle avventure (il primo sassolino raccolto in spiaggia , il braccialetto dell’ospedale , il primo disegno , il primo biglietto del cinema ,le foglie della prima passeggiata al parco ,il premio trovato in un albero al parco dopo una caccia al tesoro inventata per loro ,le favole scritte per loro per raccontargli il mondo quando erano nella pancia ) perchè la vita è un avventura felice da vivere insieme a loro .Grazie per avermi emozionata
    E ovviamente muri dipinti , colore colore e bella l’idea dei coprisedia che copierò e guarderò con un sorriso perchè mi faranno pensare ad una mamma felice che sta creando piccole magie e nonostante tutto sorride .

    • Mamma Felice scrive:

      Che bella l’idea della scatola delle avventure… Te la copierò per questa estate.
      Voglio proprio un’estate di sole, di camminate, di parchi verdi, di città deserta. Ho davvero bisogno di tutto questo Amore.

  15. patrizia scrive:

    come sempre sei generosissima ,complimenti Barbara questo post e’ bellissimo,e come sempre il tuo Amore e’ un Amore super grazie……

  16. Amalia scrive:

    che dolce!
    Con una mamma così la piccola Dafne ha già un sole che vale per mille, il tuo amore unico e prezioso :heart:

  17. BarbaraSpeedy scrive:

    Queste sono opere d’arte e di amore che si possono portare con sé per sempre…. :heart: :heart: :heart: Bellissimo il tuo post! E bravissima la nonna :perte: …come faremmo senza le nonne????

  18. bietolina scrive:

    beh io sarei stata volentieri tua figlia in un’ altra vita :)

  19. Francesca scrive:

    ho letto prima in lab e mi sono commossa :occhioni: che dolce che sei :perte:

  20. irene scrive:

    :perte: :perte: :perte: mi hai commosso barbara.
    davvero…grazie di tutte queste belle parole che ci fai leggere.
    e scusami se torno di tanto in tanto…ma il tempo per me ora è davvero tiranno.
    ti abbraccio con affetto sincero…e un bacino alla piccola dafne. :cuore: ire+marty+giorgia

  21. pagnottina80 scrive:

    Grazie, semplicemente grazie. Riesci a toccare sempre il mio cuore di mamma, sei fantastica!!!

  22. Claudia scrive:

    :heart: è bellissimo e tenero il modo in cui descrivi il legame che hai con tua suocera/mamma scalda il cuore solo leggendo le parole che usi :cuore:

    aggiungo che io ricordo ancora la frase del pittore quando, entrando nella nostra cameretta (3 sorelle) disse: Signora, quì ci vogliono, minimo, tre mani e poi, quanti colori hanno le sue figlie :mrgreen: :mrgreen:

  23. barbara scrive:

    Che bello e che bella idea! Anche io ho un cucciolo che scrive sui muri… anche se il suo papà non se ne è fatta ancora una ragione e continua a cancellare le sue creazioni :( Anche noi cerchiamo di costruire una vita felice. Chissà quali saranno i suoi ricordi da grande!

  24. Lucia scrive:

    Beh non è da tutti pubblicare un post che ha per protagonista la propria figlia per parlare del “tuo” essere figlia…le sfumature di Poesia che ogni tanto tornano piacevolmente sullo schermo, la tua scrittura catartica.
    I love it!
    PS: Giulia disegna treni ultimamente, sarà mica una incoscia voglia di scapparsene via dalla sua genitrice folle?!

    • Mamma Felice scrive:

      Grazie mille, LU!
      In effetti ‘Poesia’ è dietro l’angolo: ho una gran voglia di farla tornare. Mi sento di nuovo pronta. Tra un po’ riaprirò un blog tutto ‘mio’…

  25. AnnaDrai scrive:

    bel post, bella idea creativa, bella realizzazione… e quindi complimenti a te, ma anche alla suocera ;)
    un saluto

  26. Buffetta scrive:

    Cara Barbara,
    non intervengo mai, ma ti leggo spessissimo.
    Insomma, un giro un mammafelice me lo faccio quasi sempre!
    Sei per me una fonte di ispirazione, mi fai pensare, mi fai riflettere, mi fai vedere le cose in modo diverso. Mi tocchi il cuore.
    Ti ringrazio per questo post meraviglioso e per tutte le tante volte che non l’ho fatto. Grazie.
    Ti auguro ogni bene.

  27. Angelina scrive:

    Barbara che post stupendo, è arrivato dritto dritto nel mio cuore di mamma, mi hai fatto pensare tanto.
    Grazie e un bacione :cuore:

  28. Anna scrive:

    Ciao Barbara, è da un pó che seguo il tuo bellissimo blog/sito, soprattutto per le ricette e i vari menù. Ho deciso di commentare questo post così tenero e così vero. Sono mamma di Agata una bimba di quasi 13 mesi. Oggi è stata una giornata dura a livello emotivo e stasera sono un pó più fragile.
    Riassumo brevemente in una sola parola: grazie! Per i consigli pratici e per toccarmi il cuore!
    E una minaccia…guarda che io non ti mollo più!!
    Un caro saluto. Anna

Commenti

Scrivi un nuovo commento oppure clicca su 'replica' se vuoi rispondere a un commento precedente.

:D :? :| 8O :roll: :( ;) 8) :lol: :mrgreen: :heart: :oops: :piango: :occhioni: :fiu: :perte: :scus: :oink: :rosa: :fortuna: :cuore: :gift: :ape: :argh: more »