No-cook day

Pubblicato il 20 aprile 2010 da • Ultima revisione: 28 novembre 2017

no-cook day

Uno dei punti della lista delle 10 cose da fare per il Giorno della Terra, riguarda i pasti: fare almeno un pasto con frutta e verdura crude, senza accendere i fornelli.

Adesso che il sole c’è (anche se scompare ancora un po’ troppo spesso), a me viene davvero molto semplice non accendere i fornelli: certe volte mangiamo solo delle gran insalatone e dei formaggi freschi. Voi come vi organizzate? Vi piace mangiare anche crudo, o preferite i cibi cotti?
Io, se non fosse estremamente laborioso, credo che potrei mangiare crudo molto più spesso. Però obiettivamente ci va tanto tempo.
Perchè un piatto di pasta, una verdura cotta, ecc… li metti su e ti devi solo ricordarti di spegnere il fuoco per tempo (e su questo posso ancora migliorare, visto che me ne dimentico spesso). Ma le verdure crude le devi cercare, pulire, tagliare… e poi getta tutto nell’umido, ripulisci la cucina, ecc… Non è una cosa che si può fare di corsa, insomma.

In questi giorni però mi sto prendendo un po’ di tempo, e quindi, complice il caldo, non disdegno affatto impiegare un po’ più di tempo a questa operazione. Certo, io sono avvantaggiata: Nex e Dafne mangiano le verdure!
Dafne ha sempre amato le verdure crude: ama tantissimo i cetrioli, le carote, il sedano. E mangia anche l’insalata, i cipollotti!

Le uniche verdure che non le piacciono sono i pomodori e le melanzane, ed essendo che, se non dico una cavolata, sono entrambi solanacee, può essere che sia un disgusto fisiologico che supererà con l’età: magari un’intolleranza?

Ecco comunque, per farla breve, un bel menù crudo da fare in settimana.
Preparando lunghi vassoi con tante verdure fresche tagliate con garbo: io amo i vassoi e le composizioni con il cibo!

Proposte:
– Innanzi tutto pomodori ‘cuore di bue’, barchette di sedano con i fiocchi di latte, olive nere, stracchino e cetrioli;

– Un’insalata può essere composta con valeriana, rucola, papaia tagliata a fettine sottili, dadini di feta e gamberi freschi;

– Insalata di barbabietole condita con aglio, olio e prezzemolo;

– Hummus di ceci, in cui intingere bastoncini di verdure, come carote e sedano.

La fortuna è quella di poter usufruire di alimenti precotti, per esempio nel caso dei ceci e delle barbabietole, che ci permettono di non accendere i fornelli. Ma se si vuole fare un menù tutto crudo, allora via con i germogli, i piselli e le fave fresche, i radicchi, le zucchine novelle tagliate a listarelle sottili.

L’unica cosa che, secondo me, non va data ai bimbi, se cruda, è il latte. Il latte crudo va prima bollito! E’ molto importante, perchè altrimenti è potenzialmente pericoloso.

Il pesce crudo si può dare, ma solo dopo averlo ‘abbattuto’ il freezer per almeno 24-48 ore, così come ho spiegato a proposito di sushi.

Altre idee per il no-cook day, si trovano nel post: cucinare in estate semza accendere i fornelli. Ma non vedo l’ora di sentire le vostre! 😉



Commenti

23 Commenti per “No-cook day”
  1. olè!
    io il no cook day lo faccio molto spesso, sono una vera ecologista DOP :mrgreen:
    (vale anche far cucinare alla propria madre o prendere un pizza da asporto?)
    scherzi a parte, una signora spagnola ottima cuoca, mi ha fatto provare, a mo’ di tapas, delle costine di sedano crude ripiene di gorgonzola (magari lavorato con un po’ di panna o ricotta, magari con un po’ di sesamo sopra)…provate, sono ottime!

  2. Anch’io vado alla grande con le insalatone… la nostra preferita: insalatina tenera dell’orto :mrgreen: , sedano e rapanelli a fettine sottili, zucchine novelle (quelle piccole) e carote tagliate a julienne, mais, tonno e mozzarella (o dadini di formaggio a piacere)….
    se si hanno amici a pranzo (o cena) si possono preparare i pomodorini piccoli così: si taglia via la calottina, si svuotano e si lasciano eventualmente asciugare un po’ a testa in giù. In una ciotola si mettono dadini piccoli piccoli di mozzarella o formaggio tipo caciotta, s’insaporisce con poco olio, sale ed origano (magari fresco, oppure timo, o maggiorana)e poi pian pianino si riempiono i pomodorini. Si presentano bene per un antipasto od un finger-food e sono sfiziosissimi. 😀

  3. A casa mia si chiama il giorno del “piatto freddo” (di solito cade di venerdì a fine settimana lavorativa ) dove anche io non accendo i fornelli e mi butto sulle mozzarelle, affettati, ricottine, formaggi freschi e tanta verdura. Certo l’estate è anche più divertenete con tutta la verdura e la frutta migliore a disposizione!!!

  4. Io adoro le insalatone in estate magari con tonno mais olive e formaggi freschi trovo che siano un’ottima soluzione per chi ha poco tempo, per chi vuole aiutare la terra e, perchè no, per restare in linea!!!

  5. Maxi insalatone.
    Pomodoro, mozzarella, olive, acciughe (variazione sul tema della caprese, molto apprezzata dai miei fanciulli).
    Tonno e fagioli.
    Polpettine di ricotta e spinaci…..
    Prosciutto e melone
    Carpaccio di salmone…..di più nin zò

  6. Anche noi mangiamo “freddo” almeno una volta la settimana, se fosse per mio marito lo faremmo tutti i giorni, il problema è che lui lo fa per gli affettati non certo per le verdure! A due etti di crudo per volta la cosa è certo ecologica, ma non molto salutare…. 😀

  7. fiocco72

    Io non sono fortunata come te Barbara, i miei figli non amano le verdure e quelle poche che mangiano sono cotte. Per noi dunque è dura mangiare senza accendere i fornelli, si io lo faccio a volte per me a pranzo per sbrigarmi mi preparo mega insalate…Ma a cena è dura , loro non si saziano facilmente e il massimo del no cok sono gli affettati, il tonno in scatola o la mozzarella!! In questo c’è molto da fare!!

  8. I pasti preferiti del mio piccolo Tia. Lui vivrebbe di pomodori, cetrioli, affettati e formaggio. Direi quindi che da noi si – può – fare!!!

  9. D’estate diventa quasi da sopravvivenza per evitare il calore dei fornelli, in genere, il nostro pasto no-cook sono le friselle, le conoscete? Sono fatte di farina di grano duro, s’immergono per pochi minuti nell’acqua e poi si condiscono con olio, pomodoro, sale e origano, talvolta anche del basilico spezzettato, buonissime!
    Qui potete vedere:
    http://profumincucina.blogspot.com/2009/06/friselle.html

  10. ciao,
    fantastica, anche noi facciamo spesso il pranzo no cook durante il week-end, a base di insalatone miste, paninetti e macedonia; avrei solo un appunto: i pomodori e soprattutto i cetrioli sarebbero un po’ estivi come verdure, quindi non tanto in sistonia con lo spirito dell’hearth day, adesso ci si può scatenare con le insalate verdi e gli spinacini crudi, ciao elena

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Elena, hai ragionissima! ma sai che su alcune verdure faccio sempre casino con le stagionalità?
      Per esempio melanzane, zucchine, cetrioli… vedendoli tutto l’anno, non ci capisco mai niente. Grazie per il tuo appunto!

  11. a me piace molto l’insalata xon insalata verde, finocchi e arance tagliate a vivo, sale e pepe, che ho fatto anche ieri sera come contorno. Mi hai ricordato che avevo dedicato un post alle ricette rinfrescanti senza cottura, dove compare anche un’insalata caprese alle fragole che ha avuto molto successo. Il tuo piatto pieno di verdure ben tagliuzzate e fiocchi di formaggio è veramente bello.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Ecco, i finocchi sono una delle poche verdure che non riesco a mangiare: non mi piacciono i cibi col sapore di anice. Chissà perchè. Certo, poi se li mangio ripieni, al forno, con la besciamella, occhei… però al naturale non mi sconfinferano 😉

  12. Per mia sorella ogni giorno è un no-cook day, da qualche anno a questa parte è diventata crudista… però per marito e figlie spesso cucina!!

    Se vuoi vi metto in contatto così ti passa qualche ricetta: prepara dei piatti particolari e buonissimi!!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Che forza di volontà… io amo mangiare crudo, ma non mi piacerebbe diventare davvero crudista: ho già il problema, di mio, di pensare troppo al cibo, e temo che con il crudismo finirei per farne un’ossessione. Però mi piacerebbe molto ospitare un guestpost con un menù crudista!

  13. Ba non so se l’avevi mai letta, ma anni fa’ nel mio blog commentava sempre MIss Vanilla, Sara (cagnotto? non mi ricordo) praticante del crudismo da anni. Ha scritto un libro a riguardo e anche un ricettario mi sembra. Ora non riesco a trovarla online , il blog e’ chiuso, ma c’erano un sacco di ricette interessanti.

  14. Oddio me l’hai ritrovata!! non sai quanto sono contenta..grazie a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.