[Recensione] Venuto al mondo

Pubblicato il 18 dicembre 2009 da • Ultima revisione: 18 dicembre 2009

mazzantini

Non solo un guest post, ma una vera recensione letteraria, oserei dire, questo post che è stato scritto da Chiara – Aspirantemamma.

Perfetto per me, direi, che negli ultimi anni ho un po’ snobbato gli autori italiani, ad eccezione di Ammanniti.

E ve la riporto così, intensa e perfetta… mentre vado ad ordinarmi il libro 😉

Grazie, Chiara!!

Venuto al mondo, di Margaret Mazzantini

A me piacciono le storie forti, quelle che toccano nel profondo, che smuovono ricordi lontani e sentimenti, che suscitano sogni e desideri…e perché no, che fanno piangere perché ci si ritrova completamente immedesimati nelle vicende dei personaggi.
Venuto al Mondo di Margaret Mazzantini (edito da Mondadori), tra l’altro vincitore del Premio Campiello è stata per me una di queste storie toccanti e coinvolgenti, che mi ha catturato fin dalla prima pagina e letteralmente strapazzato il cuore fino all’ultima.
E’ la storia della crescita umana e spirituale di una donna “normale”, medio borghese con una vita regolare, che si trova d’un tratto costretta a distruggere e ricostruire tutto.
E’ la storia di un amore improbabile, assolutamente non credibile, a cui non daresti una lira, e forse per questo invincibile.
E’ al storia di una guerra devastante e di un Paese, la Bosnia, e del suo popolo forte e annientato.
E’ soprattutto la storia di una maternità voluta disperatamente, cercata con ostinazione contro tutto e contro tutti, fino a confondere il bene con il male, l’amore con l’odio, se stessi con gli altri.
E’ il racconto del percorso difficile e dolcissimo di incontro e conoscenza fra una madre e il suo bambino: un percorso che non sempre e non per forza passa dal pancione.
Io penso che quando chiuderete questo libro correrete a guardare il vostro piccolo che dorme, e lo riempirete di baci.



Commenti

13 Commenti per “[Recensione] Venuto al mondo”
  1. fiocco72

    La recensione che hai fatto è bellissima, ho letto il libro e la penso proprio come te, è davvero toccante e vale la pena leggerlo !

  2. Proprio così aspirantemamma. Ho letto questo libro quest’estate in vacanza (leggi Honeymoon ) lo avevo scelto con cura e da tempo cercavo lo spazio (anche mentale) per leggerlo. Il libro è molto forte, l’autrice ha un modo molto “visivo” di descrivere, mi spiego: riesce a rendere con le parole le sfumature della relatà tanto che sembra di vederle. Quando sono arrivata all’ultima pagina mi è scappata anche una lacrima, e sono andata ad abbraciare la mia bambina.

  3. Elisa

    Concordo …bellissimo

  4. Era in lista … con la tua recensione bellissima non ho più scuse :mrgreen:

  5. ioelafavolamia

    …già ho pianto leggendo la recensione, che brividi…e non è per il freddo!

  6. Uh, un uccellino mi ha detto che lo troverò sotto l’albero

  7. Che bella recensione CHiara…. mi hai convinta…

  8. Dear HappyMum,
    ho letto da poco “venuto al mondo” e stò terminando “ti prendo e ti porto via” di Ammaniti….entrambi meravigliosi, assolutamente da leggere…ma se vuoi nomi di autori italiani a parer mio bravissimi..ecco:
    S. Veronesi, E. De Luca, P. Giordano, G. Carofiglio, A. Baricco, G. Conti, G. Biondillo…e il mio più preferitissimo Andrea Vitali.

    Buona lettura e un p’ di Buon Natale…^_^
    Tatti

  9. bietolina

    io avevo letto nn ti muovere che mi ha folgorata…e mi sa leggero’ anche questo

  10. Carla

    A me ha suscitato un forte “effetto rabbia”…sono incinta ed è stato troppo forte per me da leggere, comunque l’ho finito, sicuramente d’effetto e ben narrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.