5 trucchi per fotografare i bambini

Pubblicato il 17 settembre 2009 da • Ultima revisione: 20 marzo 2015

– Ci maaaandi altre fotooooo?
Alzi la mano chi, mamma o papà, non si sente continuamente ripetere questa frase dai nonni, parenti, zii, cugini e parenti di quindicesimo grado.
– Hai faaaatto delle foto ooooggiiii?
Aiuto!! :mrgreen: :mrgreen:

E poi vuoi non mandare il CD con 475 foto, da quella in ospedale a quella fatta ieri, alla cara zia Pinuccia di 157 anni che non ha mai visto un PC e sinceramente nemmeno un CD? :mrgreen:

Che poi, mica è facile fotografare i bambini!
Corrono, si spostano, fanno le facce storte, si mettono le dita nel naso, chiudono gli occhi, ti mettono il dito sull’obiettivo… a fronte di 30 foto scattate, magari ne viene una decente, che però devi anche sistemare con ‘fotosciop’.

Ma come si possono fare foto belle, calde, profonde e soprattutto artistiche, quando si parla di bimbi e neonati?
La difficoltà non sta solo nel riuscire a far star fermi i bimbi, ma anche nello scegliere la giusta inquadratura e rendere originale una foto, senza farla diventare piatta, fredda o banale.

Ecco allora alcuni semplici trucchetti per fotografare al meglio i nostri bambini, tratti liberamente dalla fotografa Katherine Marie:

1. Utilizzare gli oggetti di casa

Per rendere più originali le fotografie, creiamo uno sfondo e un’ambientazione non convenzionali, non piatti.
Non fotografiamo il bimbo mentre dorme sul divano, con lo sfondo della parete nuda (magari piena di ditate), con quel solito quadro di Pierrot appeso dietro la testa (orrore!! se avete un quadro di Pierrot, vi prego non ditemelo!  :mrgreen: ) o delle tende della nonna.

Cerchiamo di scegliere il luogo della casa dove la foto risulti essere meno banale possibile.

Inoltre, non dobbiamo avere paura di trovare un nuovo uso per i vecchi oggetti di casa.
Un neonato può essere fotografato, sulla scia delle foto di Anne Geddes, anche dentro un cesto del bucato o un cestino di vimini per la raccolta delle mele. Possiamo usare un vassoio, un contenitore, un elemento in cui ‘infilare’ il neonato o su cui appoggiarlo delicatamente.

Per lo stesso motivo, è molto importante scegliere tutto il contorno della foto, per esempio coperte e tessuti da avvolgergli intorno, dei lenzuolini caldi… è molto tenero vedere un neonato avvolto morbidamente nella copertina della nonna, quella realizzata ai ferri o all’uncinetto, o in un morbido e grande asciugamano.

Nulla vieta di usare anche oggetti spiritosi e inusuali, come grandi cappelli e occhiali da sole, grosse collane di perle finte, boa di struzzo… oggetti anche carnevaleschi che rendono la foto originale e che spiccano nel contesto.

2. Scegliere la luce giusta

Per fotografare al meglio i bambini, bisogna spegnere il flash ed utilizzare la luce giusta.
Per questo motivo, meglio imporsi di fare foto con le prime luci del mattino, o in presenza di una luce calda e soft, senza flash e senza luci artificiali.
Meglio dunque fare le foto all’aperto, con la luce naturale del giorno.

In ogni caso, per realizzare delle belle foto, occorre saper lavorare a posteriori la foto con un programma di fotoritocco, in modo da eliminare le imperfezioni presenti (occhi rossi, polvere, disturbi… ) e regolare le curve, i contrasti e la saturazione.

3. Meglio le foto in bianco e nero o in tonalità seppia

Spesso i neonati hanno la pelle arrossata, o la testolina ancora storta, o piccole imperfezioni che col tempo andranno via, e i bimbi grandi hanno magari la faccina stanca o zozza, qualche graffietto e crosticina… come dei veri, piccoli, guerrieri.

Fotografare in bianco e nero, o utilizzare le tonalità del seppia, risolve questi piccoli problemi: rende meno evidenti le imperfezioni dei bambini e la foto risulta di gran lunga migliore.

Se invece amate il colore, allora osate con i colori forti e non piatti: quando elaborate la foto, bruciatela leggermente, giocate con i contrasti e le saturazioni e alterate i colori in modo da rendere bianchissimi i bianchi e assai forti i colori.

4. Amore e Pazienza

Fotografare i bambini è difficilissimo: difficile riuscire a svegliarli, difficile riuscire a farli restare in posa, difficile mantenere desta la loro attenzione.

Per questo motivo, fotografate sempre con tanto amore e tanta pazienza, e non abbiate paura di scattare tante e tante foto.

Soprattutto chi possiede una macchina digitale, non deve aver paura di scattare cento foto, per riuscire ad averne anche una sola che valga la pena stampare.

5. Mani e piedi
Una buona idea per fotografare i bambini è quella di concentrarsi sui particolari: fotografare una manina che stringe il dito della mamma, fotografare il bimbo mentre si ciuccia il pollice, fotografare i piedini da prospettive diverse.

Non concentriamoci per forza sulla figura intera: impariamo a scattare anche concentrandoci sui piccoli particolari del suo corpo che rendono la foto più particolare, utilizzando anche prospettive diverse e inusuali.

6. Mamma e papà
Sempre sulla scia delle foto che si concentrano su un solo particolare, possiamo fotografare il bimbo insieme alla mamma o al papà, quando per esempio è poggiato sulle loro mani, o sul braccio, o sul petto.

Anche in questo caso, invece di riprendere i soggetti nella loro interezza, concentriamoci su un solo particolare: un neonato poggiato tra le mani del papà, come se fosse una piccola perla dentro una conchiglia, o mentre viene allattato dalla sua mamma, o mentre guarda sorridendo i suoi fratelli, o mentre gioca con il cagnolino o il gattino di casa.

Una vera fotografa di bambini?
Si chiama Katherine Marie ed è, a mio parere, una delle fotografe più brave e originali del web, e in queste pagine di rara bellezza, lo dimostra in pieno.

E che ne dite delle foto di Nex?
Non sono perfette, ma secondo me lui ha davvero qualcosa di speciale… oltre alla moglie che si ritrova. :heart:



Commenti

29 Commenti per “5 trucchi per fotografare i bambini”
  1. Bhè, certo… con una moglie così (così tutto e soprattutto modesta! 8) e con un soggetto meraviglioso come Dafne, come si fa a non avere qualcosa di speciale? 😉 … Scherzi a parte, le foto della pupattola sono meravigliose e su quelle di Katherine Marie ogni tanto vado a lustrarmi gli occhi… 😀
    (ma anche queste: http://www.butterflymoments.fr/blog/ mi piacciono tanto!) :mrgreen:

  2. vero bellissime 😛
    io al nido dovevo fare man bassa di foto per l’album finale, portavo via la mia digitale perchè quella del nido andava a carboni attivi e alla fine ne uscivano delle belle foto, secondo me ci vogliono gli occhi del cuore anche, invece l’anno scorso le facevano le ragazze del servizio civile e facevano un pò ca……..pitombolare in bagno!

  3. Già speciali e perfetti… bellissime foto….

  4. Fotografare i bambini.. aiuto! Ho appena ritirato le foto della vacanza che ho fatto stampare e devo dire che grazie alla digitale tra tutte quelle fatte abbiamo avuto possibilità di scelta! Ringrazio anche l’inventore delle foto a raffica che aiuta! 😆 (su venti in sequenza ce ne sarà una decente..)
    ps. Bellissime le tue foto: si vede tanto l’amore del papà!

  5. Sì, concordo pienamente sugli “occhi del cuore”… e immagino che siano bellissime anche le foto che lui fa a te, vero…!??

  6. Grazie delle preziose indicazioni!!!

  7. ioelafavolamia michy

    infatti, difficilissimo, ne abbiamo poche belle, anche perchè mio marito è totalmente incapace a farle o taglia metà testa e poi ci son km di spazio sotto ai piedi o viceversa…e quelle più belle le ho fatte io e quindi mai insieme a lui…comunque, grazie dei preziosi consigli. Le vostre foto sono magnifiche, una più bella dell’altra! E si, Nex è fortunato, con due donne così accanto!

    • Roberta

      ..anche mio marito è negato, di solito le faccio io…risultato: Matteo sembra figlio di “ragazzo padre” …mamma…mha!! ogni tanto appaio …devo cimentarmi con l’autoscatto!!!…ma il pupattolo non sta fermo uffa!!
      Ad ogni modo ottimi consigli

  8. Oddido, devo scappare ma questa sera questo articolo me lo leggo tuttodunfiato, altrochè!

  9. Sono molto belle queste foto!

  10. Che belle queste foto,
    grazie per i consigli, è vero non è affatto facile fotografare i bambini,
    ciao 😀

  11. Grazie delle dritte
    io giro sempre armata di macchina fotografica e le mie figlie appena mi vedono sbuffano, ANCORA FOTOOOOOOOOOOOOOOOO

    A volte metto lo scatto multiplo ma anche li ne salvo molto poche, (ma mi diverto un sacco!!!!

    In un’altra vita vorei fare un corso di fotografia magari combino qualche cosa di meglio.
    Buona giornata
    Moi

  12. sto guardando le foto di dafne da 10 minuti…

  13. Grazie per questo post interessantissimo. Io scatto circa duecento foto al giorno. I miei figli sono abituati ad essere paparazzati. Per fortuna la cosa non li infastidisce, anzi… Leo e Gloria seguono le orme della mamma!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (10 anni)

      Eh, ma si vede, le tue foto sono sempre bellissime. Io per esempio non sono assolutamente capace di usare la reflex: ho una machinetta digitale con cui faccio le mie foto ‘inanimate’ e bon 😆
      Nestore invece secondo me è bravissimo, solo che scatta sempre troppo poco… lo sgrido sempre, per questo. :mrgreen:

  14. ah, cosa darei pe runa reflex con qualche obiettivo per giocare… stavo imparando quando mi sono separata e, dopo la gatta, è la cosa che mi è dispiaciuta di più

  15. HI and thanks! I wish I could read what you wrote— but the most wonderful thing about photographs is that they transcend any language barrier!!! Your photos are precious…

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (10 anni)

      Hello Katherine, thanks for visiting my blog!
      We all appreciate your photos: you’re great! And you’re right: photography transcend all barriers.
      Thanks for sharing such a beautiful emotion with us!

      If you like, I can send you a short translation of the post… in my marvellous ‘maccaroni’ english.
      (Anyway better than Google translator… I hope! :mrgreen: )

  16. Ciao!! Grazie per queste info utilissime!!!
    io sto imparando ad usare photoshop. appena ce la faccio posto magari qualche trucchetto per rendere le foto ancora più belle! (con calma e pazienza!)
    anche se Dafne è bellissima e non ha davvero bisogno di ritocchi!
    buona giornata!!! Smile

  17. Dafne è veramente bellissima…ti somiglia

  18. le foto di Nex sono bellissime, a me piace soprattutto quella del passeggino che non è qui, ma mi chiedo da sempre come sia riuscito a fare quella con l’orsacchiotto (che non è qui neanche quella ahah, ho sbagliato post???), ora ditemi che Dafne è una piccola modella e che un pò vi aiuta eheheh!!!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (10 anni)

      ehheee quella con l’orsetto piace tanto anche a me… purtroppo dafne non collabora, e quando c’è da fare una foto scappa o fa la faccia buffa, così dopo un po’ dobbiamo rinunciare.

  19. ottimi consigli! Grazie. brava la fotografa che hai segnalato e bravo anche Nex..anche se Dafne è troppo carina e verrebbe bene lo stesso
    un abbraccio

  20. froggy

    Fotografare bambini è stupendo ma ke pazienza!!!! :argh:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.