L’endometriosi: sintomi, diagnosi e terapie

Pubblicato il 3 febbraio 2009 da • Ultima revisione: 20 marzo 2015

Oggi voglio raccontarvi la storia di un’amica a cui voglio davvero molto bene, la quale per mesi ha sofferto (e ancora soffre) di dolori lancinanti durante il mestruo e  poi tutto il mese, senza tregua.

Questa ragazza è stata curata con medicinali contro la colite, contro lo stress… e certe volte è stata anche trattata come una povera ‘pazza’ che si inventa malattie inesistenti, dalle origini psicosomatiche.
Infine le è stato detto che  avrebbero dovuto toglierle un rene, perchè atrofico.

In tutto questo, lei non si è data per vinta. Ha tirato fuori una grinta e una voglia di vivere e di essere felice che io non avrei mai trovato.  E’ stata davvero, ma davvero, fortissima, combattiva e risoluta a risolvere la situazione. E non potete capire quanto io la stimi, per questo.

Sta di fatto che, dopo mesi e mesi di calvario, di visite, di denaro sprecato… le diagnosticano l’endometriosi. Una malattia che probabilmente aveva già da 15 anni, quando sono iniziati i primi sintomi.

Cos’è l’endometriosi:
(http://www.apeonlus.info/)
L’endometriosi è una malattia complessa, cronica e poco conosciuta, originata dalla presenza anomala del tessuto che riveste la parete interna dell’utero, chiamato endometrio, in altri organi (ad esempio ovaie, tube, peritoneo, vagina e talvolta anche intestino e vescica).
L’endometriosi è una malattia ormono-dipendente e tutti i mesi, sotto gli effetti del ciclo mestruale, il tessuto impiantato in sede anomala va incontro ad un sanguinamento interno: ciò dà origine a cisti, infiammazioni croniche degli organi nei quali si impiantano questi focolai, cicatrici, aderenze e, in alcuni casi, infertilità.
L’infiammazione di questi tessuti incide pesantemente sulla qualità di vita della donna in quanto, il dolore che l’endometriosi (specialmente quella extra genitale) comporta, invalida il normale svolgimento delle attività quotidiane, i rapporti interpersonali e di coppia.

I sintomi

L’endometriosi è spesso dolorosa (60% dei casi circa) fino ad essere invalidante con sintomi molto caratteristici: dolore pelvico cronico, soprattutto durante il ciclo mestruale (o in concomitanza con lo stesso), dolore ovarico intermerstruale, dolore all’evacuazione, dolore lombare.
Ci sono anche altri sintomi, non meno significativi: il dolore durante e dopo l’atto sessuale (64%), infertilità (30/35%), aborti spontanei, affaticamento cronico, periodi di stitichezza alternati a diarrea.
Questi ultimi sintomi vengono molto spesso associati ad una diagnosi di “colon irritabile” in quanto i sintomi sono simili tra loro.

Diagnosi
La diagnosi di endometriosi la si può avere con certezza solo attraverso un esame chirurgico esplorativo in anestesia totale: la laparoscopia.
Altri esami che possono fare sospettare la presenza di endometriosi sono: ecografia ovarica transvaginale (che rileva la presenza di cisti), dosaggio del marker Ca125 (attraverso un esame del sangue dà indicazione sulla presenza di infiammazione pelvica) e visita ginecologica manuale (per verificare la mobilità dell’utero ed escludere, ad esempio, la presenza di aderenze).

A chi rivolgersi:
Ape Onlus:
Mail: info@apeonlus.info
Contatti:
Forum:

Un libro da leggere:
Canto XXXV dell’inferno Donne affette da endometriosi, Veronica Prampolini
Sito: http://www.donneaffettedaendometriosi.it/
Blog: http://blog.libero.it/librodade/

Concludo con le parole della mia amica, che valgono più di tutto. E vi prego di informarvi, sottoporvi ai controlli di routine, di andare regolarmente dal ginecologo e prendervi cura di voi… perchè in questo modo vi prendete pure cura di chi vi ama, che non potrebbe farcela senza di voi:

Posso solo dirvi che ora desidero che vada tutto bene, che non ci siano complicanze e poi dopo l’operazione dovrò solo sperare che l’endometriosi non torni più e che mi risparmi dal calvario che alcune donne devono affrontare in modo così terribile e doloroso. E se toccherà anche a me cercherò di essere sempre pronta a reagire in modo adeguato… io la mia battaglia contro l’endometriosi in un certo senso l’ho già vinta: sono riuscita a restare incinta e ho il mio bambino… questo rende tutto più importante e deve assolutamente rendere tutto più facile!!!



Commenti

72 Commenti per “L’endometriosi: sintomi, diagnosi e terapie”
  1. giusi

    Mi presento, sono Giusi, ho 23 anni, il mio primo ciclo è stato a 10 anni, è stato un trauma perché allora ero ancora una bambina e iniziarono i dolori atroci. Avevo solo qualche settimana di ritardo e il dolore indescrivibile come lo è tuttora, ho l’utero retroverso e ovaio policistico, così dicono, solo che il dolore è sempre più forte, ho fatto una cura di anticoncezionale, risultato? Dopo la cura ho avuto assenza di ciclo,mi veniva dopo 10 mesi o anche più, ora ho fatto una dieta e momentaneamente ho il ciclo ogni mese (sempre con il dolore forte e vomito) una volta sono rimasta incinta e non me ne sono accorta, ho scoperto di esserlo dopo aver avuto un’emorragia e aborto. In poche parole non è normale il dolore che ho,ma non ho mai sentito questa malattia, (endometriosi) se non dopo questa sera sul forum. Ho tutti i sintomi

  2. ciao ragazze mi aggiungo anche io alla lista….anche io ho l endo …una ciste di 6 cm nell ovaio..sx…mi opero in laparo tra 6 giorni..e sono terrorizata perchè per me è la prima volta…. ho paura dell anestesia.. in piu…l endo mi ha tolto tutte le forze fisiche…com è il risveglio?? in bocca al lupo..a tutte…grazie.

  3. Ciao a tutte! sono Caterina ed è la prima volta che porto la mia testimonianza….in questo momento sono convalescente perche il 1 Marzo a Roma ho subito il mio secondo intervento di endometriosi intestinale.L’endo “è con me ” da quando avevo 15 anni, ma come tutte NESSUNO ci ha mai capito niente….e quindi antidolorifici a bomba e via!!! A vent’ anni dopo l’ennesimo snguinamento anomalo mi ricoverano e scopro che: ho agenesia renale sx e utero bicorne…ma dell’endo NIENTE!! I dolori continuano e i sanguinamenti pure..é un casino…mi concentro sul mio utero e vado a Barga dove mi dicono che per una gravidanza sara’ un problema…con nostra grande sorpresa rimango incinta, la gravidanza è nella cavita’ di sx(piu’ piccola)c’è il pericolo di parto pretermine, quindi non mi garantiscono niente e mi dicono di prendere in considerazione l’aborto e successivamente un intervento per ricongiungere le due cavita’.Siamo angosciatissimi anche perchè nel frattempo viene diagnosticata a mia madre a mio fratello ed a me una forma di distrofia muscolare E’il dramma nel dramma….ma io non mollo!! cambio ginecologa,decido di NON FARE la diagnosi prenatale…il mio bambino nascera’ comunque e tra riposo assoluto e vasosuprina riesco ad arrivare alla 37 settimana.Nasce il mio grande amore Nicolo’ un bellissimo e sano bambino di 3.300 gr CHE GIOIA!!! riprendono i dolori ma la mia grande forza o INCOSCIENZA mi porta a volere fortemente un altro figlio…e dopo due anni e mezzo rimango di nuovo incinta (anche questa in modo naturale)questa volta la gravidanza è nel corno di destra ,quello leggermente piu’ grande ed infatti riesco ad arrivare alla 40 settimana e Il 4 luglio del 2005 nasce il mio adorato “terremoto” Daniele.Passano tre anni,e un giorno mentre ero a lavoro durante il primo giorno di ciclo mi sento malissimo DOLORI,VOMITO e SVENIMENTI…mi ricoverano in ginecologia ma non capiscono cosa abbia…il quadro clinico peggiora e vengo trasferita in chirurgia d’urgenza dove, dopo cinque ore esco dalla sala operatoria.Ho subito inutilmente un EMICOLECTOMIA DX e asportazione dei linfonodi in laparotomia, perche per loro era una neoplasia intestinale….si sono aggiunti altri dolori in piu’ a quelli che gia’ c’erano…delusa da Pisa, vado a Genova ma anche la’ il niente! e io continuo a stare male…passano tre anni, e a Novembre del 2011 i marcatori sono alle stelle e dalla risonanza si vedono due noduli utero-vescicale e retto-sigma.LA DISPERAZIONE….torno da quelli di Pisa che mi fanno fare “l’adorato” enantone perche’, dicono: vista la collocazione bisognerebbe fare una resezione con stomia perenne quindi speriamo nella cura….COSAAAA?!?!?Faccio l’enantone ma è un casino:dolori,vampate sbalzi d’umore,depressione e la distrofia che va’ avanti…NON POSSO CONTINUARE COSI sono 12 mesi che lo faccio!!!! una sera girando su internet con mio marito mi sono imbattuta nel sito della grande equipe ITALO-BELGA Prof.koninckx e Dssa.Ussia.Partiamo per Roma faccio la visita e programmiamo l’intervento.Visti i rischi che corro durante l’anestesia avendo un rene solo ,l’asma e la distrofia muscolare, questi grandi medici mi fanno fare un accurato colloquio con gli anestesisti.TUTTI FANTASTICI …il 1 Marzo ho fatto l’intervento in laparoscopia.Avevo diffusi noduli e placche endometriosiche sulle terminazioni nervose su retto-sigma,vescica fino al mio unico uretere.NON HANNO FATTO STOMIA e sono stati veramente UNICI nella loro grande competenza,umanita’ e simpatia.IL 1 Aprile tornero’ a Roma per il controllo poi vi diro’.La mia endometriosi èra profonda….qiundi non so’ se sara’ l’ultimo…ma intanto non ho la stomia e la mia qualita’ di vita MIGLIORERA’ sotto tutti i punti di vista!!! UN GRANDE ABBRACCIO A TUTTE DI CUORE!!! CATE 73 🙂

  4. Buongiorno…
    Avrei bisogno di un consiglio…
    Sto facendo una cura con progeffik 200mg per perdite fuori dal ciclo…( iniziato cura ad aprile fino a giugno e ripresa a ad agosto) 😉
    Visto che continuavo ad avere problemi di perdite e anche male…mi trovo fare un visita da un altro ginecologo! 😕 Che mi sospetta una endometriosi…. mi fa fare il ca125 risultato 9.8 e il tampone che devo ritirare vedere se ci infezioni!
    Questo mese mi devono ancora arrivare ultimo ciclo il 29 agosto… durato 1 giorno..tornato il 7settembre e perdite il 22 settembre! 🙁 Fatto il test di gravidanza e negativo…
    Vado comunque dal mio ginecologo spiego tutto…e mi dice che dal valore del ca125 non è sidrome di entrometriosi! 😐 io non ci capisco più nulla! Ora tra una 10 di giorni se non arriva il ciclo farò un altro test di gravidanza…
    Ma mi domando!! Posso stare davvero sicura per l’ endometriosi!?? E dedicarmi al concepimento !?? Ho già una bimba di 3 anni e vorremmo averne un altro!!
    Dimenticavo(no il mio ginecologo) oltre a aspettarmi l’ endometriosi mi dice pure di avere l’ entriometro sottile…Non mi dice peròa quanto!a distanza di una settimana e non essendo ancora arrivato il ciclo endometrio a 13!! Boh
    🙄 spero che mi possa tranquillizzare…
    Grazie per avermi ascoltata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.