Stitchery

Pubblicato il 13 gennaio 2009 da • Ultima revisione: 20 marzo 2015

Ehssì, questa proprio ci mancava, eh? 🙂
Come se non avessi abbastanza fissazioni da doverne cercare anche altre. E questa, per giunta, è una fissazione doppia! Perchè comprende sia lo stitchery che i disegni di Tone Finnanger.

La verità è che a me piace moltissimo colorare e dipingere, ma che sono negatissima a disegnare. Quindi questo è un buon compromesso, per me, perchè posso copiare il disegno, ricamarlo e poi colorarlo (anche se qui ho un po’ esagerato con i colori).

Cos’è lo stitchery?
Di preciso non l’ho capito 🙂
Ecco la mia definizione, in base a ciò che ho leggiucchiato qua e là. Si tratta di una tecnica mista, che sta tra il ricamo e la pittura su stoffa. Spesso è definito Primary Stitchery, quando i disegni proposti sono sul tema ‘country painting’ (che a me non piace) e i colori usati sono sulle tonalità naturali (tipo caffè, sabbia, ecc…).

Io, che di giusto non faccio mai niente, mi ero innamorata di questa casetta di Tilda. All’inizio volevo realizzare un copriletto cucendovi sopra questi elementi realizzati con stoffe diverse… ma non mi sento ancora abbastanza preparata da cimentarmi in un lavoro così ‘importante’.

Quindi ho ripiegato su un quadretto da appendere nella cameretta di Dafne.

Ho copiato su stoffa bianca il disegno di Tone Finnanger, l’ho ricamato attentamente… e poi l’ho rovinato con questi colori esagerati 🙂

Stesura del colore:
In teoria, il colore si stende così: con un tamponcino o un pennello rigido, si preleva il colore acrilico e si asciuga il pennellino su carta assorbente per ottenere una pennellata ‘asciutta’. Ehm… lasciamo perdere, va… io ho fatto un macello, tra l’altro usando dei colori davvero troppo accesi. E vabbè. 🙂

Ecco come spiega questa tecnica, chiamata ‘dry brushing’, il blog di Cristiana di CountryCri:

si procede a colorare le varie parti del disegno con la tecnica del dry brushing e i pennelli da stencil (i piu piccoli ovviamente) stando molto attenti nello scaricamento del colore e procedendo a velature successive per dare maggiore profondità al colore. In pratica quindi le ombre e le luci si ottengono lasciando più chiare o più scure certe aree.
L’importante in questo metodo è essere delicati con la stesura del colore con il pennello da stencil, che ha le setole un pò dure, per evitare che il tessuto si rovini.
[http://countrycri.blogspot.com]

Però il ricamo mi era venuto benissimo, dai… soprattutto il punto che ho usato per fare i vari fiorellini: ormai lo adoro! Si chiama ‘punto margherita’ e serve proprio per ricamare i petali dei fiori. E per questo devo ringraziare mio suocero, che mi ha regalato dei libri bellissimi, tra cui questo Art & Craft Donna, della De Vecchi Editore. Grazie Mario!

Ecco chi fa davvero dello stitchery un’arte:
Lizzyebusy Handmade;
Cristiana di CountryCri;
Chiaracountry;
La Maison de Maristella;
Country Kitty;

Ed ecco dei template/pattern free per chi vuole cimentarsi:
Primitive Blessing by Twigs n Sprigs, in questa pagina;
One Year Project;
Homeberries Free Pattern page;
Buzzy Bee Buttons font e free design;
Pattern Bee free vintage patterns;
Quilt ‘n sew studio;
Grandma’s Attic;
Free Redwork Patterns;
Nursery Rhymes Quilt Blocks;
Thousand hobbies;
A Bobby Socks Alphabet.



Commenti

25 Commenti per “Stitchery”
  1. Davvero complimenti… mi piace molto… e soprattutto davvero bella l’idea sullo stichery… anch’io sono incuriosita da questa tecnica e mi stavo informando… tu per caso hai trovato un sito dove vedere i punti base o qualcosa del genere? servono i fili da ricamo? e il ricamo si fa dal dietro o dall’avanti?
    Scusami le mille domande ma sono curiosa vorrei imparare… spero di averti dato degli spunti per un prossimo post… un bacione
    ti metto tra i blog che seguo…
    vienimi a trovare anche tu nel mio mi farà molto piacere Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.