Scatola delle forme faidate – gli incastri

Pubblicato il 19 dicembre 2008 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

Se questo non è riciclo… cos’è? 🙂
La scatola delle forme è uno di quei regali che ho chiesto a Babbo Natale per Dafne. Peccato che i vari ‘Babbi Natale’ della nostra famiglia abbiano deciso che questi giochi montessoriani sono da sfigati, per cui ci ritroveremo di nuovo con dei giochi plasticosi, enormi e rumorosi, senza via di scampo (cioè… la via di scampo è Ebay, naturalmente hiiihhii).

Comunque ho deciso di creare una scatola delle forme riciclona, in attesa di comprare quella vera.

Ho utilizzato semplicemente una scatola di cartone Ikea (LINGO, 2.99€ due scatole), che ho ritagliato con tre sagome: cerchio, quadrato e triangolo, utilizzando dei cubi morbidi di Winnie the Pooh che avevamo acquistato per Dafne mesi fa.

Intorno ad ogni sagoma ho incollato un pezzo di cartoncino dello stesso colore del pezzo che corrisponde a quella forma, in modo da aiutarla ancora di più, visivamente, ad azzeccare l’incastro.

E con questo ci si passano i pomeriggi… più low cost di così mi restano solo le mollette del bucato! (e per la cronaca, io con le mollette da bucato, da piccola, mi ero inventata pure il calcetto… no, per dire che ero bacata già prima di aprire il blog, eh).

E visto che qualche post fa si parlava delle ossessioni… ehm. Ma voi, le mollette, le mettete appaiate per colore, quando stendete i panni? Veero che sì?
Ditemi che è normale. Ditemelo… 🙂



Commenti

48 Commenti per “Scatola delle forme faidate – gli incastri”
  1. Margot

    Ho dato un’occhiata alle e-mail. Mi sembra di capire che l’argomento del momento sono le mollette. per quanto riguarda la manovra “panni stesi” non faccio proprio caso al colore…anzi…più sono miste più mi piacciono…e comunque non ne avrei tempo per fare diversamente.
    A scuola invece servono per creare e fortunatamente per addobbare velocemente. In un negozio dei cinesi ne ho trovate di forme diverse in plastica coloratissime ad un costo minimo. Ne ho già fatto buon uso…nell’Atelier ho steso fili ovunque e appeso pupazzi, disegni, scatole! Baci.

  2. Aurora

    Vedo che la mania delle mollette in tinta non ce l’ho solo io!!!!!!!!!!
    menomale, comunque ho risolto comprandole tutte nere chic all’ikea… e se qualcuno ne rispolvera di vecchie colorate e le trovo sui fili…grrrrrrrrrrcome mi danno fastidio!!!!!
    ps.ma per molte altre cose sono…normale! ah!ah! ah!

  3. letizia

    Ciao!!!! mai rinuncerei alle mollette!!! 😆 tra l’altro da piccola facevo il trenino con le mollette e ora l’ ha imparato anche mio figlio!!! e quando stendo la roba…ormai è lui l’addetto alla distribuzione delle mollette!! 😀 riguardo il riciclo dei rotoli di carta igienica…..mmmmm…ho mezzo ripiano del mobile in bagno pieno di rotoli…sai…possono sempre servire…come anche alcuni bicchieri di plastica dello yogurt…già pronti per essere preparati per il prossimo calendario dell’avvento a natale!!! 😆

  4. carmy

    E’ un post non recente ma siccome sto andando indietro e li sto leggendo un po’ tutti mi sono soffermata per la curiosa abitudine di mettere le mollette appaiate dello stesso colore quando stendo i panni 😆 Non sono l’unica allora 🙄

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.