La casa di Babbo Natale

Pubblicato il 10 dicembre 2008 da • Ultima revisione: 5 ottobre 2012

Noi crediamo a Babbo Natale!
Ma veramente, eh…:)

E io credo tanto anche nella cartapesta 🙂
Ma quanto mi piace? No, lo dico perchè è da mesi che ho in cantiere il mobilio della casa di Barbie, e devo ancora finire di ricoprire di colla vinilica (fffatto?!) e carta igienica la mini cucina completa di frigorifero e lavello.

Comunque questa casa qui, la casa di Babbo Natale, è appunto in cartapesta. Il modello è in cartone ondulato (riciclato da qualche imballo Ikea), assemblato con il nastro adesivo, poi rivestito con colla vinilica (1 parte di acqua e 3 di colla) e pezzetti di carta di giornale (bagnata e strizzata), infine dipinto di bianco e poi decorato.

L’abbiamo preparata l’anno scorso, io e mio marito. Lui ha realizzato la struttura, visto che io non solo non ho una mente tridimensionale, ma probabilmente nemmeno bidimensionale 🙂
Io gli dicevo come la volevo, e lui mi disegnava i pezzi.

E’ una casa divisa in due, perchè così le due ali della casa possono unirsi e staccarsi, per vedere cosa c’è dentro.

Il camino è realizzato con la parte superiore di una bottiglia di plastica, su cui abbiamo incastrato un tubo riciclato di un rotolo di carta da cucina (ho una maledetta ossessione, per la carta da cucina… è la mia pecca anti-ecologica, lo ammetto). Il fuoco è realizzato con il DAS.

Il tavolo, le sedie, il mobilio… sono realizzati sempre in cartone rivestito di cartapesta e DAS.

I piccoli oggetti, invece, i cibi, i piatti, la frutta… sono realizzati col DAS e poi colorati con le tempere. In quel periodo mi era venuta la mania per le miniature. Cercando in rete ho scoperto che esistono dei micro-mondi fantastici, popolati da oggetti in pasta di sale o fimo delle misure di monete di 2cent. Capolavori. (Io sono fierissima del mio pane e salame, comunque…)


Sempre con le tempere ho colorato tutta la casa (i mattoni sono disegnati con la tempera bianca), e un domani, appena troverò il tempo, luciderò tutto con il vernidas, che ho comprato per l’occasione.

Quando Dafne sarà più grande e potrà aiutarmi, creeremo il villaggio di Babbo Natale, appoggiando la casa su una base di cartone spesso, e creando la piazza con la giostra, i folletti, gli aiutanti di Babbo Natale che caricano la slitta di pacchi regalo, le renne pronte a volare…

Che magia!



Commenti

43 Commenti per “La casa di Babbo Natale”
  1. letizia

    Ho visto solo ora il tuo lavoro….e mi vengono solo due parole….STI CAVOLI!!!!!! complimenti!!!!! sia per la fantasia ma soprattutto per come è stato fatto il lavoro!!!!! fantastico!! bravissima 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.